55a edizione del Salone del Mobile Milano

èItalia 112 – Salone del Mobile Milano

Un appuntamento di richiamo internazionale

Si sono accesi i riflettori sulla 55a edizione del Salone del MobileMilano, con la conferenza stampa di lancio che si è tenuta l’11 febbraio nel suggestivo UniCredit Pavilion alla presenza di oltre 400 ospiti tra giornalisti, istituzioni, architetti e operatori del settore. lano, con la conferenza stampa di lancio che si è tenuta l’11 febbraio nel suggestivo UniCredit Pavilion alla presenza di oltre 400 ospiti tra giornalisti, istituzioni, architetti e operatori del settore.
Un appuntamento di richiamo internazionale che per i 2.310 espositori rappresenta il momento clou attorno al quale vengono pianificate tutte le attività annuali, il luogo d’incontro delle aziende più qualificate del mercato italiano ed estero che si coniuga alla cultura dell’abitare, un motore per l’export quindi per il settore arredo in generale. Dal 12 al 17 aprile a Fiera Milano Rho sono infatti attesi più di 300.000 operatori da oltre 160 Paesi (il 70% arriva dall’estero) e un pubblico di oltre 30.000 persone nelle giornate di sabato e domenica.
“La 55a edizione – dichiara il Presidente Roberto Snaidero Presidente Roberto Snaidero Presidente Roberto Snaidero Presidente Roberto Snaidero – sarà un appuntamento di richiamo internazionale – 70% degli operatori arriva da oltre 160 Paesi – dove l’offerta commerciale, ben rappresentata dal meglio delle aziende tra le più qualificate del mercato italiano ed estero, si coniuga alla cultura dell’abitare attraverso gli eventi collaterali che presenteremo. Internazionalizzazione e innovazione sono infatti i fattori che caratterizzeranno questa importante edizione. In particolare, le aziende partecipanti al Salone dichiarano il 63% di fatturato generato in export mentre il 67% delle stesse nell’ultimo triennio ha effettuato importanti investimenti nell’innovazione di macchinari, attrezzature e software, ricerca e sviluppo e progettazione di nuovi prodotti”.
Un Salone che è quindi anche un importante trampolino di lancio per l’export italiano. Come ha sottolineato anche Carlo Calenda nel suo messaggio di augurio alle aziende in collegamento video, “il Salone del Mobile è uno dei più importanti appuntamenti espositivi italiani, una vetrina di quello che l’intera filiera dell’arredo-casa può offrire sui mercati internazionali in quanto a qualità e innovazione di prodotto. Per questo il Salone è stato fin da subito inserito nel piano di potenziamento delle fiere gestito dall’ICE, con contributi che continueranno anche in futuro.”
Ma la 55ma edizione del Salone del Mobile di Milano si apre anche alla città con mostre ed eventi speciali. Coniugare business e cultura è infatti la filosofia del Salone del Mobile.Milano che quest’anno nell’ambito della XXI Triennale International Exhibition presenta la mostra STANZE. Altre filosofie dell’abitare. “La 55a edizione del Salone del Mobile arriva in un anno speciale per la nostra città. Pochi giorni prima – afferma Giuliano Pisapia – si aprirà infatti l’Esposizione Internazionale della Triennale di Milano ‘Design after Design’, che torna dopo vent’anni. Ci prepariamo dunque a una straordinaria primavera di Design, una combinazione di eventi in cui crediamo e che porterà Milano ancora una volta al centro dell’attenzione internazionale.”


 

55th edition of the Milan Salone Internazionale del Mobile

An internationally-renowned event

The lights came up on the 55th edition of the Milan Salone del Mobile with the press conference launching the event held on 11 February in the suggestive UniCredit pavilion, attended by more than 400 journalists, institutions, architects and sector operators.
The internationally renowned event is the key moment in the year for the 2,310 exhibitors, a place to meet the best firms in the Italian and international market, showcasing the culture of living and driving exports for the whole of the furniture sector. More than 300,000 operators from over 160 countries (70% come from abroad) are expected to attend the event, held at the Milan Rho trade fair from 12 to 17 April, along with more than 30,000 visitors on each day over the weekend.
President Roberto Snaidero commented that the 55th edition will be a truly international event, with 70% of operators coming from more than 160 countries and a commercial offer represented by the best Italian and international companies, as well as presenting the culture of living through the fringe events planned. This important edition will be focussing on internationalisation and innovation. In particular, the companies taking part in the Salone owe 63% of their turnover to exports, while 67% have invested heavily in innovation over the last three years, including machinery, equipment and software, R&D and new product design.
The Salone will therefore be an important launch pad for Italian exports. As Carlo Calenda also emphasised in his opening message to the companies, the Salone del Mobile is one of the most important Italian trade fairs, showcasing the best that the entire home-furnishings sector can offer to the international markets in terms of quality and product innovation. This is why the Salone has been part of the ICE trade fair project ever since the start, with contributions that will continue in the future.
However, the 55th edition of the Milan Salone del Mobile will also be holding a series of special events and exhibitions in the city. Combining business and culture has always been part of the Milan Salone del Mobile philosophy, and this year the show will be presenting the “STANZE. Altre filosofie dell’abitare” exhibition as part of the XXL Triennale International Exhibition. “The 55th edition of the Salone del Mobile comes in a special year for our city – in fact, according to Giuliano Pisapia, the ‘Design after Design’ exhibition at the Milan Triennale will be opening only a few days earlier, twenty years after the first. We are therefore preparing for an extraordinary spring in the Design sector, with a combination of events that we believe in and that will once again place Milan at the centre of international attention.”