AmCham, da 100 anni al servizio dell’Italia

èItalia 107 – USA

Dal 1915 ad oggi, AmCham Italy è rimasta sempre attiva, crescendo in autorevolezza e prestigio

di Simone Crolla, Managing Director dell’American Chamber of Commerce in Italy

Era il 13 aprile del 1915 quando l’American Chamber of Commerce in Italy nacque a Milano, con l’obiettivo di coltivare e rafforzare le relazioni economiche, sociali, politiche e culturali tra Italia e Stati Uniti d’America.
Due guerre mondiali e diversi eventi storici hanno profondamente modificato la morfologia politica del nostro pianeta, tuttavia in Italia AmCham è rimasta sempre attiva, crescendo in autorevolezza e continuando a percorrere il proprio cammino.
Dopo 100 anni di vita, è giusto tracciare un primo bilancio, compito e onore che spetta a me in qualità di Consigliere Delegato di questa organizzazione. In passato, prima del mio arrivo, anche AmCham ha dovuto attraversare un momento di difficoltà, causato sia dalla crisi economica e dalla conseguente diminuzione di associati, sia da una “crisi d’identità” del ruolo della associazioni, motivo che ci ha condotto a costruire una nuova “brand identity” per AmCham, rilanciando il ruolo della nostra organizzazione con un posizionamento competitivo differente.
Ebbene, sento di poter dire “missione compiuta”. Oggi AmCham conta su una base associativa di elevata qualità, è diventata un hub informativo e relazionale per qualunque società americana abbia interessi in Italia e per molte aziende italiane che hanno l’ambizione di espandere le proprie attività negli USA. Siamo riconosciuti come autorevole interlocutore dalle istituzioni italiane su diversi temi, come testimoniato dalle innumerevoli occasioni in cui esponenti governativi ed istituzionali decidono di partecipare ad eventi organizzati da AmCham. Infine, siamo tra coloro che hanno permesso agli Stati Uniti di avere il proprio padiglione ad Expo 2015, che inizia in questi giorni.
Abbiamo investito energie e risorse nel rafforzare la nostra presenza territoriale, nell’aumentare la dimensione del nostro network relazionale per offrire ai nostri soci un ambiente unico, stimolante e capace di rispondere alle loro esigenze di business.
Sono fiero degli obiettivi raggiunti, merito anche del team che ogni giorno lavora con me per il bene della nostra organizzazione.


 

AmCham: 100 Years of Service in Italy

From 1915 to today, AmCham Italy has constantly increased its prestige and reputation

The American Chamber of Commerce in Italy was founded in April 13th 1915 with the aim of strengthening the economic, social, political and cultural relations between Italy and the United States of America.
Although several historical events, including two world wars, have deeply changed the political structure of the world, in the years AmCham Italy has constantly increased its prestige and reputation.
After 100 years, a first summary is definitely required, an honor and task of which I take charge as the Managing Director of this organization.
Prior my arrival AmCham had faced a difficult phase due to the economic crisis, the consequent decrease of the number of its associates and its weak identity as association. Its lack of competitiveness has led us to the rebuilding of AmCham’s brand, aiming to a different and stronger market positioning.
Well, now I can say ‘mission accomplished.’ Today AmCham has a high-quality membership; it is considered a networking and information hub for every US company with interests in Italy and for many Italian companies with the ambition to expand their activities in the US market.
We are recognized as an influential partner from the Italian institutions on different issues, as demonstrated by the constant participation of both governmental and institutional representatives to most AmCham events. We have invested efforts and resources to strengthen our territorial presence in Italy, to increase the dimension of our network and offer a unique business environment to our associates.
Finally, we are among the contributors to the United States’ participation in the Expo and to the fundraising of the US Pavilion.
I am very proud of the goals AmCham has achieved with the team working with me every day for the success of this organization.