Astaldi, avviata partnership strategica in Cile con il Fondo Infrastruttuale Meridiam

ASTALDI_>50mm_cmykIl GRUPPO ASTALDI informa di aver concluso un accordo per l’ingresso di MERIDIAM LATAM HOLDING S.L., fondo infrastrutturale specializzato nella gestione di infrastrutture di trasporto e ospedali, nel capitale di SCMS, Società Concessionaria dell’Ospedale Metropolitano Occidente di Santiago del Cile. A seguito dell’accordo, MERIDIAM entra in SCMS con una quota pari al 49%, mentre Astaldi continua a mantenere tutte le attività di costruzione e i servizi di O&M (Operation & Maintenance).

La concessione, che prevede la realizzazione e successiva gestione ventennale di una struttura ospedaliera da 523 posti letto, comporta un investimento complessivo di 305 milioni di euro, finanziato su base non recourse per 254 milioni da un pool di banche internazionali. L’opera è attualmente in fase di costruzione a cura della stessa Astaldi e sarà completata entro il 2018.

Gli effetti finanziari dell’operazione per Astaldi si traducono nel deconsolidamento di circa EUR 100 milioni di debito non recourse in capo alla concessionaria SCMS e nell’incasso di EUR 10 milioni per la quota ceduta, in linea con il valore di libro.

L’operazione è in linea con quanto previsto dal Piano Strategico 2016-2020 di ASTALDI. L’accordo permette infatti di affiancare alla capacità operativa del GRUPPO ASTALDI le competenze di un partner finanziario di rilievo internazionale, favorendo il consolidamento di un modello di crescita delle attività che fa leva sulla sua capacità di attrarre e valorizzare partnership strategiche a livello globale.

Il GRUPPO ASTALDI opera da oltre 20 anni in Cile, dove è attualmente impegnato nella realizzazione di opere di prestigio internazionale come l’E-ELT (telescopio ottico più grande al mondo), il progetto di sviluppo in sotterraneo di Chuquicamata (miniera di rame a cielo aperto più grande al mondo) e l’ampliamento dell’Aeroporto Arturo Merino Benítez di Santiago, di cui cura anche la gestione da ottobre 2015. È inoltre titolare di concessioni pluriennali per la realizzazione e successiva gestione di impianti idroelettrici, aeroporti, ospedali e impianti minerari.

l GRUPPO ASTALDI è uno dei principali General Contractor in Italia e tra i primi 25 a livello europeo nel settore delle costruzioni, in cui opera anche come promotore di iniziative in project financing. Attivo da 90 anni a livello internazionale, si propone al mercato sviluppando iniziative complesse e integrate nel campo della progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture pubbliche e grandi opere di ingegneria civile, prevalentemente nei comparti delle Infrastrutture di Trasporto, degli Impianti di Produzione Energetica, dell’Edilizia civile e Industriale, del Facility Management, Impiantistica e Gestione di Sistemi Complessi. Quotato in Borsa dal 2002, ha chiuso l’esercizio 2015 con un portafoglio totale di oltre 28 miliardi di euro e un fatturato di 2,9 miliardi ed è attivo con circa 11.000 dipendenti in Italia, Europa (Polonia, Romania, Russia) e Turchia, Africa (Algeria), America del Nord (Canada, USA), America Latina, Middle East (Arabia Saudita, Qatar) e Far East (Indonesia).

__

ASTALDI: NEW STRATEGIC PARTNERSHIP IN CHILE WITH MERIDIAM

ASTALDI informs it has reached an agreement regarding the entry of MERIDIAM, a leading global investor and asset manager specializing in transport infrastructures and hospitals, into the capital of SCMS, the concession holder for the West Metropolitan Hospital in Santiago de Chile. As a result of the agreement, MERIDIAM will hold a 49% interest in SCMS and Astaldi will maintain all activities related to construction and O&M services.

The concession involves the construction and subsequent operation for a twenty-year period of a hospital facility providing 523 beds. It entails an overall investment of EUR 305 million, 254 million of which financed on a non-recourse basis by a syndicate of international banks. The facility is currently under construction by Astaldi and will be completed by the end of 2018. 

From Astaldi’s financial point of view, the agreements translates into the deconsolidation of approximately EUR 100 million of non-recourse debt referring to SCMS and a cash-in of EUR 10 million, in keeping with the book value of the stake sold.

The partnership with MERIDIAM, is in line with ASTALDI’s strategies as it allows to enhance the Group’s operating skills with the know-how of a financial partner of international standing. This will favour the consolidation of a business model that plays on ASTALDI’s ability to attract strategic partnerships at a global level. 

ASTALDI has been working in Chile for more than 20 years and is currently involved in the execution of landmark projects such as the E-ELT (the world’s largest optical telescope), the underground project for Chuquicamata (the world’s largest open-pit copper mine) and expansion of Arturo Merino Benítez Airport in Santiago, operation of which has been in the hands of Astaldi since October 2015. It also holds multi-year concessions for construction and operation of hydroelectric plants, airports, hospitals and industrial mining plants.

ASTALDI GROUP is one of the leading General Contractors in Italy and one of the top 25 at a European level in the Construction sector where it is also a sponsor of project finance initiatives. It has been active for 90 years at an international level and is present  on the market, developing complex and integrated projects involving the design, construction and operation of public infrastructures and large-scale engineering works, mainly in the following segments: Transport Infrastructures, Energy Production Plants, Civiland Industrial Construction and Facility Management, Plant Design and Management of Complex Systems. It has been listed on the Stock Exchange since 2002 and it ended 2015 with a total backlog of over EUR 28 billion and a turnover of EUR 2.9 billion. It has 2 approximately 11,000 employees in Italy, Europe (Poland, Romania and Russia) and Turkey, Africa (Algeria), North America (Canada and the USA), Latin America, the Middle East (Saudi Arabia and Qatar) and the Far East (Indonesia).