Da Santa Francesca Cabrini a Mons. Luigi Di Liegro

èItalia 113 – Eventi

 

PIO SODALIZIO DEI PICENI Complesso Monumentale San Salvatore in Lauro Roma, 6 – 30 aprile 2016

La mostra consiste in 30 opere dell’artista Meo Carbone che da svariati anni realizza dipinti sull’Emigrazione Italiana negli Stati Uniti d’America. A tal proposito ha realizzato una serie di dipinti sulle figure di Santa Francesca Saverio Cabrini e di Mons. Luigi Di Liegro, da qui il titolo della mostra “Da Santa Francesca Saverio Cabrini a Mons. Luigi Di Liegro”. L’artista, attraverso la sua arte, ha voluto rendere omaggio a queste figure straordinarie la cui vita è stata interamente dedicata all’assistenza, al sostegno e all’ascolto di chi, inseguendo un sogno, abbandona le proprie terre d’origine alla ricerca di un futuro migliore in terra straniera.

 

Meo Carbone non è nuovo a rappresentazioni artistiche del mondo dei migranti, e, attraverso questa mostra, ci aiuta a leggere le migrazioni attraverso le storie e i volti di personaggi come Madre Francesca Saverio Cabrini e Mons. Luigi Di Liegro che hanno saputo raccontare il mondo delle migrazioni “con gli occhi della fede”. Meo Carbone partendo dalla realtà del passato ri-legge e ri-costruisce, mediante le foto di operai, contadini, minatori, ragazzini, donne, un’infinita ed unitaria massa dolente che invade lo spazio artistico delle sue tele e dei suoi oggetti artistici come nel caso di “Valigia” (1997) che da oggetto di uso comune diventa, attraverso la rielaborazione artistica, metafora e simbolo delle migrazioni stesse. In questo modo l’“Arte” scuote la “Storia”, ridando eco a quelle immagini di cronaca, a quelle cronache che sono diventate immagini storiche e oggi, tramite Meo Carbone, Arte. Un arte che tende al sociale per divenire denuncia di fatti storici da non dimenticare.