“Eccellenze in Digitale”: riparte da Chieti il progetto di Unioncamere e Google

Raccontare la cultura dell’innovazione attraverso le novità dell’industria 4.0, aiutare le aziende a sviluppare competenze digitali e avviare un dialogo sulle opportunità economiche della rete. Questi gli obiettivi della nuova edizione di “Eccellenze in digitale”, il progetto promosso da Google in collaborazione con Unioncamere al via oggi per la edizione 2017.

A Chieti, in una sala gremita da 70 imprese di vari settori economici, la Camera di Commercio di Chieti, individuata come HUB di un territorio che comprende Abruzzo, Umbria e la provincia di Rieti, ha dato il lancio al progetto con il primo di otto seminari che affronteranno i vari temi del marketing digitale: sito web, ecommerce, pubblicità, mobile e social network, Industry 4.0, ed altri ancora.

“Da oggi, le piccole e medie imprese italiane avranno a disposizione 12 tutor digitali, esperti in formazione e supporto alle imprese”, ha dichiarato Roberto di Vincenzo, presidente della Camera di Commercio di Chieti, che ha sottolineato come “attraverso seminari formativi teorici e pratici, le aziende del territorio potranno conoscere le migliori strategie per essere online. Dobbiamo cogliere le opportunità della rete, soprattutto per lanciare e sostenere il “made in Abruzzo”, oggi ancora più utile per il rilancio delle nostre aziende e dei nostri territori fortemente colpiti dalle vicende sismiche e meteorologiche che hanno messo in difficoltà la nostra economia”.

Questa iniziativa si affianca al progetto “Crescere in Digitale”, lanciato da Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, Google e Unioncamere, nell’ambito del programma “Garanzia Giovani”, che la Camera di commercio di Chieti promuove con il duplice obiettivo di consentire ai giovani in cerca di occupazione di acquisire specifiche competenze in ambito digitale e di avvicinare le aziende al mondo del web. Ad oggi sono 35 i tirocini formativi attivati ed alcuni di questi casi il tirocinio si è trasformato in contratto di lavoro anche grazie agli sgravi contributi che sono rinnovati per tutto il 2017.

Internet permette ad aziende di ogni settore e dimensione di far conoscere i propri prodotti oltre i confini nazionali, raggiungendo nuovi mercati e nuovi clienti in tutto il mondo. In particolare, le piccole e medie imprese locali possono trasformarsi, grazie agli strumenti digitali, in aziende globali pur mantenendo il loro carattere tradizionale. Le ricerche su Google legate al Made in Italy crescono a doppia cifra ogni anno, eppure l’Italia utilizza ancora solo il 10% del suo potenziale digitale.

Secondo uno studio di Doxa Digital e Google, al crescere del livello di maturità digitale la percentuale di imprese che fanno export aumenta, con un impatto diretto sulle vendite: il 39% del fatturato da export delle medie imprese attive online è realizzato proprio grazie a Internet.

Nei prossimi giorni sarà pubblicato il calendario completo del percorso formativo, che è totalmente gratuito per le imprese.

Fonte: aise