Fabio Porta presenta il bilancio dei risultati ottenuti per gli italiani nel mondo al CGIE

Deputato Pd eletto in Sud America, Fabio Porta è intervenuto all’apertura dei lavori della commissione continentale latino-americana del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE) convocata a Buenos Aires.

In questa occasione, Porta ha tracciato un breve ma “soddisfacente” bilancio dei risultati ottenuti nel corso dell’anno per gli italiani nel mondo, con particolare riferimento alla grande collettività italiana del Sud America.

“Per la prima volta dopo quasi dieci anni assistiamo ad una chiara ed inequivocabile inversione di rotta nelle politiche del governo a favore degli italiani all’estero”, ha esordito il Presidente del Comitato nel suo intervento. “La legge di bilancio appena approvata alla Camera ha dato risposte precise proprio in questa direzione, e ciò si deve all’incisivo lavoro dei deputati eletti all’estero da un lato e alla grande sensibilità del governo dall’altro”.

“Dopo aver risolto il drammatico problema dei nostri pensionati in Venezuela, che da gennaio torneranno a ricevere le loro prestazioni socio-previdenziali, – ha proseguito – abbiamo recuperato integralmente i 20 milioni di euro per gli enti gestori e la promozione della lingua e cultura italiana nel mondo, integrandoli con 4 milioni di euro che saranno determinanti per il rilancio dell’importante azioni di questi istituti in tutto il mondo; a queste risorse va aggiunto un milione di euro che beneficerà le scuole paritarie, molto presenti in un continente come il Sud America”.

“Una vittoria significativa, per certi versi “storica” la abbiamo ottenuta sul versante dei servizi consolari; non solo – ha osservato Porta – perché abbiamo destinato 4 milioni di euro a questo scopo ma perché con questa legge di bilancio abbiamo per la prima volta stabilito il principio che le grandi comunità italiane all’estero costituiscono una risorsa utile ed essenziale al rafforzamento dei consolati e al miglioramento dei loro servizi, e che il contributo dei 300 euro per le domande di cittadinanza (particolarmente significativo nei consolati sudamericani) dovrà essere utilizzato per eliminare lunghezze e ritardi non più giustificabili”.

“Con un altro mio emendamento – ha ricordato il parlamentare del PD – abbiamo dotato l’Istituto Italo-Latino-americano di importanti risorse aggiuntive che consentiranno a questo straordinario strumento di politica estera dell’Italia verso l’America Latina di celebrare adeguatamente il suo cinquantenario e di rilanciare la sua attività a livello politico-istituzionale, economico e commerciale”.

“Infine l’informazione e la rete delle camere di commercio italiane all’estero: anche qui – ha sottolineato Porta – nuove risorse contribuiranno a sostenere le attività delle agenzie specializzate e della stampa italiana all’estero e i progetti di internazionalizzazione delle camere italiane di commercio nel mondo”.


 

Fabio Porta presents budget results obtained for Italians around the world at the CGIE

Member of Parliament Pd, elected in South America, Fabio Porta, spoke at the opening of proceedings by the Latin-American Continental Commission of the General Council of Italians Abroad (CGIE) in Buenos Aires.

On this occasion, Porta laid out a brief yet “satisfactory” review of budget results obtained during the year for Italians around the world, with particular reference to the large Italian community in South America.

“For the first time after nearly a decade, we can see a clear and unequivocal turn around in the government policies in favour of Italians abroad”, began the President of the Committee in his speech. “The Chamber’s newly approved law gives a precise answer in this very direction and this is due to the incisive work of deputies elected abroad, on the one hand, and a great awareness by the government on the other”.

“After resolving the dramatic problem of our pensioners in Venezuela, who from January will again receive their social security benefits”, he continued, “we have recovered all 20 million euro for managing institutions and the promotion of the Italian language and culture around the world. We are combining this with 4 million euro that will be crucial to the relaunching of important activities by these institutions all over the world. In addition to these resources, there will be a further one million euro available for private schools, of which there are many in a continent like South America”.

“A significant victory, in some ways “historic”, as it was achieved through consular services; but not only”, observed Porta, “because we have designated 4 million euro to this scope, but because with this budget law we have established for the first time the principal that the large community of Italians abroad represent a useful resource essential to the strengthening of consulates and the improvement of their services and that the contribution of 300 euro for citizenship requests (particularly significant in South American consulates) will be used to eliminate durations and delays that are no longer justifiable.

“I would also like to add”, remembered the parliamentarian of the PD “that we provided the Italo-Latin-American Institute with extra resources that will enable this extraordinary foreign policy instrument from Italy to Latin America to properly celebrate its fiftieth anniversary and to relaunch its activities at a political-institutional, economic and commercial level”.

“Lastly, communications and the network of Italian Chambers of Commerce abroad: even here”, emphasized Porta, “new resources will contribute to supporting activities of specialized agencies and Italian press abroad and internationalization projects of the Italian Chambers of Commerce around the world”.