I cinesi fanno shopping in Italia

In Inghilterra e negli States gli investimenti realizzati da imprenditori cinesi nel settore immobiliare residenziale di lusso hanno già contribuito a far schizzare i prezzi degli immobili a livelli altissimi ed adesso una costante e crescente attenzione è riservata al mercato del mattone italiano.

Anche l’Italia è tra le mete preferite dai milionari cinesi che investono in palazzi d’epoca e di prestigio, negozi, appartamenti nei pressi dei centri storici e con prospettive di sviluppo e di valorizzazione. I cinesi infatti hanno già messo mano al portafoglio: a Milano il maxifondo di Shanghai, Fosun, ha rilevato Palazzo Broggi, il prestigioso palazzo di Piazza Cordusio nel cuore di Milano. I cinesi del gruppo Guangzhou Canudilo avevano invece messo gli occhi su un altro angolo di prestigio a Milano (Exclesior Milano), il noto multimarca del lusso in Corso Vittorio Emanuele, con un’offerta da 21.3 milioni di euro che però non è, almeno per il momento, andata in porto.

La presenza della Cina nel settore real estate italiano sta diventando tentacolare tanto che i cinesi sono approdati anche a Roma in Piazza Verdi, acquistando l’ex sede dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato che diventerà un albergo extra lussuoso con una parte residenziale.


Chinese investors shop in Italy

In England and the United States investments made by Chinese entrepreneurs in luxury residential real estate have already helped make property prices skyrocket and now constant and increasing attention is paid to the Italian brick-and-mortar market.

Italy is among the favorite destinations of Chinese millionaires who invest in historic and prestigious homes and buildings, shops, as well as apartments in the proximity of historic districts offering prospects of development and enhancement. Chinese investors have already dipped into their pockets: in Milan, Fosun, a Chinese international conglomerate and investment company, bought Palazzo Broggi, the prestigious building on Piazza Cordusio, in the heart of Milan. The Guangzhou Canudilo Group, instead, had set its sight on another prestigious corner of Milan (Milan Exclesior), the well-known luxury brand store on Corso Vittorio Emanuele, with an offer 21.3 million Euro, which, however, for the time been, has yet to be finalized.

China’s presence in the Italian real estate sector is becoming so widespread that Chinese investors landed even in Rome, on Piazza Verdi, where they purchased the former home of the State Printing and Mint Office (Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato), which is poised to become a luxury hotel, with a residential portion.