Il made in Piemonte alla conquista di Dubai

Con 8 imprese, delle province di Asti, Biella, Cuneo e Torino, il Piemonte torna a Gulfood, il più grande salone specializzato in Medio Oriente per l’industria alimentare e delle bevande in programma a Dubai dal 26 febbraio al 2 marzo. La presenza piemontese è gestita dal Centro per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte), con l’assistenza tecnica del Centro Estero Alpi del Mare (CEAM).

“Negli Emirati Arabi la domanda di prodotti alimentari di importazione è in continua crescita e il Made in Italy, in generale sinonimo di qualità e tradizione, è particolarmente apprezzato proprio in tema di cibo e bevande commenta Pierpaolo Antonioli, presidente di Ceipiemonte -. Dunque, sebbene si tratti di un mercato lontano e complesso, rappresenta uno sbocco di estremo interesse per le nostre aziende”.

Le aziende della collettiva piemontese sono habitué dell’appuntamento, dove tornano per consolidare trattative già avviate e ampliare il portafoglio clienti.

In fiera i buyer verranno tentati dai prodotti da forno dolci di Flamigni e da quelli salati di La Mole – F.lli Milan, dalla pasticceria e dalle specialità iposodiche di Monviso, dalla vasta gamma di dessert di Dolceria Alba e dall’acqua più leggera d’Europa di Lauretana. Feel Italian, torna a Gulfood come distributore del marchio Rogelfrut con semilavorati a base di frutta e quest’anno anche di Crea che produce semilavorati e prodotti finiti a base di Nocciola Piemonte I.G.P., frutta secca e cacao. Per Pasta Berruto la partecipazione è l’occasione per presentare al mercato mediorientale la linea premium 1881 di pasta biologica, trafilata al bronzo e senza glutine, mentre per Geovita, che si occupa di trasformazione di cereali, legumi e riso ed è da poco su questo mercato, Gulfood è un’ottima vetrina per esplorare il settore del wellness che negli ultimi anni, si sta imponendo con sempre maggiore forza e dinamicità nell’area del Golfo.

Gli Emirati importano circa il 90% dei prodotti alimentari, degli alimenti finiti e degli ingredienti. Il sistema di distribuzione e di vendita all’ingrosso è ben strutturato: importatori e produttori vendono direttamente ai negozi. Nell’ultima decade il settore alimentare al dettaglio ha visto una crescita senza precedenti, con un il valore annuale stimato intorno ai 2.7 miliardi di dollari, con una quota di circa il 65% delle vendite totali al dettaglio viene attribuito a supermercati e ipermercati. Anche il settore ristorazione è molto redditizio e conta su oltre 11.000 centri di ristorazione, di cui oltre 4.000 a Dubai e 3.000 ad Abu Dhabi. (Fonte: Info Mercati Esteri)

Gulfood è l’appuntamento di riferimento per gli addetti ai lavori di tutta l’area del Golfo, dove il target è esigente, cerca un ottimo rapporto qualità/prezzo ed è indispensabile avere la certificazione halal di qualità, di filiera e di prodotto, che attesta la conformità alla dottrina islamica. I numeri registrati nel 2016 evidenziano la crescita costante del salone: oltre 93.000 visitatori professionali da 152 Paesi e 5.000 espositori da 120 Paesi e 5 continenti.

Aziende piemontesi partecipanti a Gulfood 2017 con Ceipiemonte

Azienda Sito web Provincia
1.     Geovita www.geovita.it Asti
2.     Lauretana www.lauretana.com Biella
3.     Feel Italian www.feelitalian.com Cuneo
4.     Flamigni www.flamigni.it Cuneo
5.     Pasta Berruto www.pastaberruto.it Torino
6.     Dolceria Alba                                 www.dolceriaalba.it Torino
7.     La Mole-F.lli Milan www.la-mole.com Torino
8.     Monviso www.panmonviso.it Torino

Fonte: Ufficio stampa – Centro Estero per l’Internazionalizzazione