Investimenti, produttività e innovazione

Sono queste le parole d’ordine del piano nazionale Industria 4.0 presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi e dal Ministro per lo Sviluppo Economico, Carlo Calenda

Durante la conferenza organizzata al Museo della Tecnica a Milano è intervenuto anche il premier Matteo Renzi, a testimonianza dell’importanza strategica che ormai ha assunto il tema dell’Industria 4.0 per la competitività del Paese. “Fondamentale per far sì che l’Italia sia la patria delle opportunità e non più un museo dei ricordi, dove quando si parla di innovazione si pensa ancora a Leonardo Da Vinci”, ha detto il presidente del consiglio dei ministri facendo riferimento alla location che ha ospitato l’evento. “Oggi ci impegniamo sul raggiungimento di risultati concreti. Non è detto che riusciremo a centrarli tutti, ma sono numeri su cui tra sei mesi si potrà fare, anche grazie al vostro aiuto”, ha aggiunto Renzi parlando alla platea degli industriali, “una verifica spietata. Tutto ciò implica un cambio totale nella nostra modalità d’azione, ma presuppone anche un nuovo ruolo per gli imprenditori”.

I benefici attesi

  • Maggiore flessibilità attraverso la produzione di piccoli lotti ai costi della grande scala
  • Maggiore velocità dal prototipo alla produzione in serie attraverso tecnologie innovative
  • Maggiore produttività attraverso minori tempi di set-up, riduzione errori e fermi macchina
  • Migliore qualità e minori scarti mediante sensori che monitorano la produzione in tempo reale
  • Maggiore competitività del prodotto grazie a maggiori funzionalità derivanti dall’Internet delle cose

Investments, productivity and innovation

These are the watchwords of the national Industry plan 4.0 presented by Italian Prime Minister Matteo Renzi and by the Minister for Economic Development, Carlo Calenda

During the conference organized at the Museum of Technology in Milan, Prime Minister Matteo Renzi spoke, demonstrating the strategic importance of the topic of Industry 4.0 for the country’s competitiveness. “Basically, we need to make Italy a land of opportunities and no longer a museum of memories in which, when we speak about innovation, Leonardo Da Vinci still comes to mind”, said the Prime Minister, referring to the location hosting the event. “Today, we are committed to achieving tangible results. We may not succeed in achieving them all, but they are issues on which, thanks to your help”, Renzi added, speaking to the audience of industrialists, “we will be able to carry out thorough verification in six months’ time. All this implies a complete change in our modes of action, but it also entails a new role for the entrepreneurs.”