Investire nel futuro

John Ruffolo: il volto dell’innovazione

Uno dei settori più in crescita in Canada è sicuramente quello dell’innovazione, come dimostrano i numeri degli ultimi anni riguardo ad investimenti ed occupazione. L’ Ontario è diventato negli ultimi anni il secondo cluster per lo sviluppo IT nel Nord America dopo la California, che fa della Silicon Valley il suo grande punto di forza. Ma andiamo alle cifre: 270.000 sono gli occupati nel 2016, 18.000 le compagnie che compongono il tessuto economico del settore, $3.18 milioni gli investimenti in R&D nell’ultimo anno, 30.000 i nuovi laureati ogni anno nei college dell’ Ontario in matematica, ingegneria e scienze.
In questo contesto di crescita esponenziale la ICCO è in procinto di creare un desk innovation che funga da sostegno alle aziende non soltanto per fare business in Canada, ma soprattutto per educarle a come fare business in Canada. Non a caso durante il BEA, evento di gala organizzato dalla Camera di Commercio Italiana dell’Ontario a maggio 2016, il premio “Business Excellence” è stato conferito a John Ruffolo, amministratore delegato di OMERS Ventures. Gli abbiamo fatto alcune domande per capire meglio come funziona il settore dell’IT in Canada e soprattutto gli obiettivi in termini di investimenti previsti nei prossimi anni.

Che cos’è un venture capitalist in Canada e cosa finanzia?
Un venture capitalist è un investitore che finanzia solitamente le aziende che sono in fase di avvio, quando il rischio di investimento è il più alto ed altri fondi di finanziamento sono difficili da ottenere. Noi concentriamo i nostri investimenti in aziende del settore tecnologico.

Concentrate gli sforzi del vostro lavoro in un settore specifico?
Il nostro obiettivo è investire nel settore tecnologico. A grandi linee, investiamo in diversi settori tra cui software per le imprese e per i consumatori, oltre che hardware come l’Internet delle Cose, la sicurezza informatica, la sanità e le tecnologie per i servizi finanziari.

Che peso ha il settore dell’IT in Ontario?
Crediamo che il futuro dell’Ontario sarà altamente correlato al successo dell’industria tecnologica, essendo attualmente diventata una delle maggiori fonti di occupazione nella provincia.

Ci racconta come un ragazzo di origini italiane è arrivato a dirigere uno dei più importanti fondi canadesi?
È stata una decisione improvvisa. Mi ci vollero 23 anni di esperienza, maturati osservando le migliori e le peggiori abitudini dei principali investitori del Nord America e dando consigli come consulente alla Deloitte. Quando OMERS ha deciso di entrare nel mercato, mi hanno inizialmente contattato come consulente e poi capirono che era più facile assumermi così che potessi dimostrar loro se veramente sapessi come fare. Quello in me stesso, è stato il mio primo investimento di rischio.

Qual è la relazione tra innovazione e occupazione?
Con l’avvento di nuova ed alta tecnologia i lavori sono diminuiti esponenzialmente. Quindi, il vecchio sogno della scienza che aiutava a semplificare la nostra vita non ha avuto successo. Abbiamo anzi un mercato del lavoro sempre più stressante, più competitivo, più difficile.

Che cosa può fare l’innovazione per l’occupazione e per migliorare la nostra economia?
L’innovazione è un’arma a doppio taglio. Ci sono grandissime opportunità per l’occupazione nel settore dell’innovazione, ma così come questi posti di lavoro si presentano velocemente, molti dei risultati dell’innovazione (come la robotica) fanno sì che i posti di lavoro della vecchia economia vengano rimpiazzati. Il ciclo di sostituzione dei posti di lavoro è iniziato e continua dalla rivoluzione industriale, ma il problema sta nel fatto che la velocità del ciclo sostituzione ha subito un’enorme accelerazione durante la rivoluzione informatica, con la conseguenza che molti lavoratori non sono stati o non sono in grado di riqualificarsi in modo tempestivo. Ecco quindi che ci saranno sicuramente vincitori e perdenti. Come società, dobbiamo essere preparati a fornire supporto ai perdenti ‘sostituiti’ per periodi di tempo più lunghi o finché non si rialzano.

Quali sono gli obiettivi in termini di investimento per i prossimi anni?
Continuare a trovare gli imprenditori migliori e i più appassionati, che vogliono fondare aziende con l’idea di espandersi nel lungo termine, in modo che, tramite noi, venga a crearsi un’elevata prosperità ed occupazione per il futuro.

Lei investirebbe in Italia?
Certo! Gli imprenditori della tecnologia non conoscono confini.


 

Investing in the Future

John Ruffolo: the face of innovation

One of the fastest growing sectors in Canada is surely that of innovation as demonstrated by last year’s figures regarding investment and employment. Ontario has become, in recent years, the second cluster for IT development in North America after California’s Silicon Valley. But the numbers talk on their own: 270,000 people were employed in this field in 2016, 18,000 companies make up the sector, $ 3.18B investment in R & D in the last year, 30,000 new mathematics, engineering and science graduates each year coming from colleges and universities in Ontario.
In this context of exponential growth, the ICCO is creating an innovation desk that will not only assist companies in doing business in Canada but will also educate them in how to do business in Canada. It is not a surprise that during this year’s “Business Excellence Award” a prize was given to John Ruffolo, CEO of OMERS Ventures. We asked him a few questions to better understand the operation of the ‘IT industry in Canada and especially the objectives in terms of investments planned in the coming years.

What does a venture capitalist in Canada do and what does he finance?
A Venture Capitalist is an investor typically in early-stage companies when the risk in investing is the highest and other sources of financing are difficult to obtain. We focus in on investing in companies in the technology industry.

Do you focus your work on a particular sector?
Our focus is investing in the technology industry. We invest broadly across a variety of sectors including enterprise and consumer software, hardware including the Internet of Things, cybersecurity, healthcare, and financial services technologies.

How important is the IT sector in Ontario?
We believe the future of Ontario will be highly correlated to the success of the technology industry as its now become one of the biggest sources of employment in the province.

Could you please tell us how a Canadian boy of Italian origins ended up managing one of the most important Canadian pension funds?
It was an overnight decision – it took 23 years of practice, watching and advising as a consultant with Deloitte, the best and worst habits of North America’s leading investors. When OMERS decided to enter the market, they contacted me first as an advisor in how to do it, and then felt that it was easier to hire me so I can show them if I really knew how to do it. It was my first high risk investment – in myself.

What is the relationship between innovation and employment?
With the improvement of technology, jobs have dropped exponentially. Therefore, the old dream of having science simplify our lives did not work. On the contrary, we do have a job market that is more stressful, competitive and comprehensive.

How can innovation help with creating more jobs and improving our economy?
Innovation is a double edged sword. There are massive opportunities for employment in innovation jobs, but as quickly as those jobs arise, many of the results of innovation (such as robotics) displace jobs of the old economy. This job replacement cycle has continued since the Industrial Revolution, but the problem is the speed of the displacement cycle has greatly accelerated in the Information Revolution causing many workers unable to retrain themselves in a timely manner. So, there will clearly be winners and losers and as a society, we must be prepared to support the displaced losers for longer periods of time until they get back on their feet.

What are your investment goals for the next couple of years?
To continue finding the best and most passionate entrepreneurs who want to build long-lasting scalable businesses so that we create huge prosperity and employment for the future.

Would you invest in Italy?
Of course! Technology entrepreneurs know no borders.