La CCIE di Caracas celebra la IV Settimana della Cucina Italiana

La Camera di Commercio Venezuelano-Italiana (CAVENIT) insieme all’Ambasciata italiana e all’Istituto italiano di cultura di Caracas, hanno organizzato in Venezuela la IV Edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

Tra il 18 e il 24 novembre si sono svolte ben 50 attività, in diverse città venezuelane dove sono presenti gli uffici di CAVENIT, per promuovere la gastronomia di qualità, i prodotti agroalimentari nostrani, i macchinari Made in Italy del settore enogastronomico, e le ricette della cucina italiana.

I diversi eventi includevano pranzi, cene e degustazioni dove si esponevano, oltre alla sua squisitezza, i benefici per la salute della dieta mediterranea, di cui la cucina italiana ed i suoi prodotti tipici sono i fiori all’occhiello.

Vi sono poi stati laboratori di pasta per bambini, conferenze di rinomati esperti enogastronomici, MasterClass e Show Cookings destinati alla promozione della cucina italiana. Per quanto riguarda queste ultime, nella città di Caracas, si è contato sulla presenza dello chef Gioacchino Sensale, rappresentante della famosa associazione italiana “Ambasciatori del Gusto”.

Nei primi tre giorni della IV Edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo l’attenzione è stata rivolta a Caracas, dove si è tenuta la conferenza stampa per presentare, ai media nazionali, l’evento, il suo fitto calendario e gli ospiti internazionali, lo chef Gioacchino Sensale e i suoi assistenti, Massimiliano Ballarò e Marco Fusco.

L’”Ambasciatore del Gusto” ha sorpreso la capitale venezuelana con una serie di pranzi, cene, MasterClass e Show Cookings dove ha portato in alto la bandiera della cucina italiana e dei prodotti tipici Made in Italy.

Durante il fine settimana, il centro dell’evento si è spostato nel comune di El Hatillo, a pochi chilometri dalla città di Caracas dove, nella Plaza Bolívar, si è ricreata una vera e propria fiera di piazza italiana. Questa fiera ha offerto al visitatore 25 stand con svariati prodotti della enogastronomia italiana. Nel grande palco centrale, inoltre, si sono svolte attività culturali e di intrattenimento.

Sullo stage, i visitatori hanno potuto assistere anche allo Show Cookings offerto da Gioacchino Sensale e dai suoi assistenti, che hanno presentato piatti emblematici della Dieta Mediterranea, nonché il Laboratorio di pasta e tre seminari, tenuti da esperti enogastronomici, legati al motto “Educazione Alimentare: Cultura del Gusto”.

Durante i seminari sono state esplorate tematiche inerenti  la dieta mediterranea, i vini italiani, le denominazioni di origine e l’importante differenza tra prodotti Made in Italy e Italian Sounding.

Per animare tutte queste attività, due gruppi musicali e un rinomato fisarmonicista hanno eseguito musiche del folklore italiano, ballate storiche e le canzoni del momento.

Sette ristoranti della località El Hatillo hanno aderito a questa attività offrendo, per la durata dell’evento, uno speciale menú dedicato alla Dieta Mediterranea.

Parallelamente agli eventi di Caracas e dei suoi dintorni, la IV Settimana della Cucina Italiana nel Mondo è stata celebrata anche in altre tre città del Venezuela. La Casa Italia della città di Maracay (Edo. Aragua), sede regionale della CAVENIT, ha organizzato una fiera con la presenza di 45 espositori che hanno offerto prodotti Made in Italy. Parallelamente si sono tenuti dei concorsi di risotto italiano a cui hanno partecipato quattro accademie di cucina, una cena e alcune degustazioni di liquori italiani.

All’Italo Club della città di Valencia (Edo. Carabobo), la CAVENIT ha organizzato quattro degustazioni con dolci tipici e liquori italiani; Gelato artigianale fatto in stile italiano e con macchinari italiani, oltre a una degustazione d’olio d’oliva Made in Italy.

Nella città Maturin (Edo. Monagas), la sede locale della CAVENIT ha offerto una cena italiana e fatto degustare il Prosecco Italiano.

Durante la conferenza stampa, tenutasi nella città di Caracas, per annunciare ai media nazionali la IV Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, il capo della Missione diplomatica italiana in Venezuela, Placido Vigo, ha dichiarato “queste attività hanno uno scopo che va oltre la cucina stessa, cercando di diffondere la cultura italica nel suo insieme, oltre a far conoscere la parte più squisita della nostra cultura agli altri popoli a cui ci siamo integrati”.

Il Presidente della CAVENIT, Alfredo D’Ambrosio, ha sottolineato che per la CCIE, quale promotrice delle PMI italiane e del Made in Italy in generale, questo evento ha rappresentato una grande opportunità per mostrare e offrire ottimi piatti della Dieta Mediterranea, nonché prodotti enogastronomici di aziende italiane di fama internazionale, mostrando ai partecipanti il know how italiano con l’aiuto dell’”Ambasciatore del Gusto” Gioacchino Sensale.

Tutto questo, insieme alla musica e agli eventi culturali, sono gli elementi necessari ed essenziali per capire cosa significa Vivere all’Italiana“.