La nautica, un’industria che vive di export

di Riccardo Monti, Presidente ICE-Agenzia

La nautica è un’industria che per noi rappresenta non solo l’eccellenza. l’Italia è infatti leader mondiale per la costruzione degli yacht dai 20 ai 60 metri, ma è anche un importantissimo volano di servizi. L’industria nautica infatti, non va vista solo come la produzione di barche ma come un’opportunità dell’economia del mare. Un’industria con cui l’Italia ha un debito, perché oggettivamente nell’ambito di un programma di austerità alcune leggi hanno fortemente penalizzato il settore accelerandone il declino – che magari era inevitabile perché era cresciuto troppo negli anni tra il 2000 e il 2007 – ma che sicuramente ha subito, parlando di costi, delle scelte anche fiscali troppo penalizzanti: la barca era un lusso e come tale da colpire senza pensare che questo lusso alimentava una importantissima industria sottostante.
La grande importanza del Salone Nautico, come occasione di presentazione della filiera nautica italiana, è a 360°. A Genova infatti si possono vedere dai mega yacht ai gommoni, agli accessori: una nautica per tutti.
Un Salone che dopo aver perso quella che è stata per tanti anni la leadership mondiale, sta con grande sforzo ricostruendo un grande profilo internazionale proprio perché la nautica è un’industria che adesso vive di export. Non solo, da un punto di vista della location Genova è un Salone unico: ha una parte coperta e una parte in mare in un contesto integrato molto bello che gli altri eventi fieristici del settore si sognano.
Il Salone Nautico di Genova, oggi è considerato il più grande salone del Mediterraneo. Il ruolo dell’ICE e del Governo italiano è determinante. Ma il nostro lavoro non è solo tenere in piedi al meglio il Salone, il nostro obiettivo è aiutare le aziende italiane a esportare di più e meglio, utilizzando tutte le piattaforme. In questo contesto, il contributo dell’ICE e del Governo è molto chiaro: il Salone è stato inserito all’interno del programma straordinario di promozione attraverso uno stanziamento straordinario per rinforzarlo, sia per le cose che già facevamo – l’incoming di operatori e giornalisti che è stato enormemente rinforzato – sia negli eventi collaterali che portiamo in giro nel mondo, al fine di riportare Genova al centro di un ragionamento almeno regionale europeo.


Boating: an industry that lives on exports

Boating is an industry that represents more than just excellence for us. Italy is a world leader in the construction of yachts ranging from 20 to 60 meters, but it is also a very important service booster. The boating industry is not be viewed merely as the production of boats; it is a great opportunity for sea economy. This is an industry for which Italy is indebted, because with an austerity program some laws have strongly penalized the sector, accelerating its decline – perhaps inevitable due to rapid growth between the years 2000 and 2007 – but certainly hit hard in terms of costs with various penalizing fiscal decisions: a boat was a luxury and so the sector was hit hard without realizing that this luxury item nurtured a very important underlying industry.
The great importance of the Boat Show is an occasion to present the Italian nautical chain. In Genoa there are mega yachts and rafts as well as accessories, ultimate boating for everyone. After having lost its position as world leader for many years, the boat show has put great effort in rebuilding an international profile since boating is an industry that lives on exports. However, from a geographical point of view, Genoa is a one-of-a-kind boat show: one part is covered and one part is in the sea in a beautifully integrated context that other sector events dream about.
Today the Genoa Boat Show is the largest show in the Mediterranean. The role of the ICE (Italian Trade Promotion Agency) and of the Italian Government is decisive yet our job is not only to keep the Boat Show afloat, our objective is also to help Italian companies to export more and better, utilizing all platforms. In this context, the contribution by the ICE and by the Government is very clear: the Boat Show has been included in an extraordinary promotional program through an extraordinary subsidy to reinforce it, both for the things that we were already doing – the incoming operators and journalists which have been enormously reinforced – as well as the collateral events that we take around the world, in order to make Genoa the center of the scene again, at least on a regional European level.