L’ingegneria italiana alla conquista dei mercati internazionali

Il caso Italferr modello di eccellenza del “sistema Italia”

E’Carlo Carganico il nuovo Ammini-stratore Delegato di Italferr S.p.A., società di ingegneria del Gruppo delle Ferrovie dello Stato Italiane; Carganico è stato tra i fautori delle molteplici innovazioni legate all’elettronica dei microprocessori applicati all’automazione industriale nel nostro paese. Già AD di Italcertifer, società del gruppo FS operante nel segmento della certificazione nei settori dell’alta velocità e convenzionale, dal luglio 2016 viene nominato AD e Direttore Generale di Italferr S.p.A.

Il nuovo management di Italferr si insedia in un periodo strategico contestuale alle attività di rilancio della mission del gruppo FS culminante con la recente presentazione del nuovo e ambizioso piano industriale 2017-2026. Attiva già in 20 paesi e 5 continenti, nello scenario delineato dal nuovo piano d’impresa, Italferr avrà un ruolo determinante a supporto e per il raggiungimento dei targets del gruppo; la società opererà per la realizzazione delle opere infrastrutturali strategiche nel nostro paese e per il completamento delle linee AV, oltre alla definizione di standard di sicurezza sempre migliori e omogenei su tutta la rete a gestione RFI.

Ma oltre ad operare quale attore principale per la realizzazione delle opere e negli investimenti sulla rete nazionale, sarà sul panorama internazionale che Italferr, trai 7 players del settore più forti e autorevoli al mondo, affronterà le sfide più importanti per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Senza trascurare progetti nel vecchio continente europeo, i quali assicurano alla società contratti tendenzialmente remunerativi e “sicuri” dal punto di vista del “rischio paese”, Italferr sta attivando strategie a tutto campo mirate a cogliere le numerose opportunità sui mercati esteri, quali: Penisola Arabica, India, Far East Asiatico, in queste aree, dove Italferr è già presente con progetti di alto profilo, la mission è consolidare e ampliare la sfera di interesse e delle competenze. In Iran, in particolare, Italferr ha sottoscritto recentemente un contratto per i servizi di Project Management Consultancy (PMC) finalizzati alla realizzazione della prima linea ad alta velocità del paese e consolidando la sua crescita in Medio Oriente.

Anche la Turchia, nonostante una situazione geopolitica delicata, rappresenta un mercato dove Italferr sta realizzando importanti progetti (è di Dicembre 2016 l’inaugurazione a Istanbul dell’ “Eurasia Tunnel”), a breve è infatti previsto il rinnovo del memorandum of understanding – MOU – tra le Ferrovie dello Stato Italiane e i loro omologhi turchi. Particolare attenzione sarà dedicata da Italferr alle straordinarie opportunità rappresentate dal mercato USA, qui il settore railways è inevitabilmente destinato a crescere in modo esponenziale e la società, di concerto con la holding FS, sta elaborando strategie finalizzate all’acquisizione di una società di ingegneria locale al fine di poter sviluppare un business articolato e operare sul medio e lungo termine.

Italferr si pone infatti ambiziosi traguardi di sviluppo e di crescita, entro 10 anni l’aspettativa è quella di raddoppiare i ricavi, anche attraverso il supporto che Italferr darà a FS Italiane al fine di operare in futuro come “General Contractor” per l’acquisizione di commesse a qualsiasi livello, divenendo anche driver per il “sistema Italia” nel suo complesso e contribuendo al rilancio dell’economia del nostro paese.

Uno spettro di competenze e servizi ingegneristici “multidisciplinari”, non esclusivamente perimetrati nel settore railways e dell’Alta Velocità, rappresentano oggi il punto di forza della società sui mercati; queste caratteristiche consentiranno ad Italferr di cogliere opportunità diverse, in diverse aree e con diverse esigenze. Nelle future strategie di sviluppo della società la formazione, l’aggiornamento continuo, e la lunga esperienza acquisita dagli uomini e dalle donne italferr, faranno la differenza; sarà infatti la qualità e non solo il prezzo, il fattore di scelta determinante che i developing countries prenderanno in considerazione nei prossimi anni, per lo sviluppo di policy finalizzate alla realizzazione delle proprie opere e infrastrutture strategiche.

 

Infrastrutture sostenibili, attenzione all’Ambiente e Innovazione – Italferr opera attraverso una politica ambientale basata su precisi criteri di responsabilità orientati alla conservazione e alla valorizzazione del territorio nelle sue valenze ambientali e sociali, adotta sistemi di qualità all’avanguardia e opera in raccordo con realtà scientifiche ed accademiche di eccellenza quali Università, Centri di Ricerca e Sviluppo, organismi specializzati e Agenzie Tecniche di settore (ENEA), per la definizione di best practises, lo studio di strumenti e modelli di efficientamento energetico e per un corretto utilizzo delle risorse; affiancando a questo nuovo approccio l’utilizzo di strumenti innovativi quali la tecnologia BIM, e nuovi processi interni più dinamici ed efficienti in un’ottica di interazione con le società del gruppo e di futura integrazione con le competenze ed esperienze di ANAS.


 

Italian engineering conquering international markets

Italferr, a model of “Italian system” excellence

Carlo Carganico is the new Chief Executive Officer for Italferr S.p.A., an Italian National Railways (FS) Group engineering company. Carganico was among the proponents of the many microprocessor electronic innovations applied to industrial automation in our country. Already the Managing Director of Italcertifer, an FS Group company in the certification segment of the high-speed and conventional line sectors, he was appointed Managing Director and General Manager of Italferr S.p.A. in July 2016.

The new Italferr management has expanded into a strategy period at the same time as the FS Group mission relaunch, culminating in the recent presentation of a new, ambitious 2017-2026 business plan. Italferr, already active in 20 countries and 5 continents, will have a decisive role in supporting and achieving group targets as per the scenario outlined by the new business plan. The company will construct strategic infrastructure projects in our country and for the completion of high-speed lines, as well as define improved and consistent safety standards throughout the RFI management network. However, in addition to operating as a key actor for the creation of works and investments on the national network, Italferr will operate on the international scene, among the 7 strongest and most influential industry players in the world, facing major challenges in achieving set objectives. Without neglecting projects in the old continent of Europe, which ensure the company historically profitable and “safe” contracts from the point of view of “country risks,” Italferr is activating all-around strategies targeted to seize many opportunities in foreign markets, such as: the Arabian Peninsula, India, and Far East Asia. In these areas, where Italferr is already on hand with high-profile projects, the mission is to consolidate and expand the sphere of interests and skills. In Iran, in particular, Italferr has recently signed a contract for Project Management Consultancy (PMC) services aimed at the implementation of the first high speed line in the country and consolidating its growth in the Middle East.

Turkey too, despite a delicate geopolitical situation, represents a market where Italferr is implementing important projects (the inauguration of the Istanbul ” Eurasia Tunnel” in December 2016). A renewal of the Memorandum of Understanding – MOU – between the Italian National Railways company and their Turkish counterparts is in fact expected shortly. Special attention will be given by Italferr to the extraordinary opportunities presented by the US market. There, the railways sector is inevitably destined to grow exponentially and the company, consulting with the FS holding company, is developing strategies aimed at acquiring a local engineering company to develop articulated business and operate on the medium and long term.

In fact, Italferr has set ambitious development and growth targets. Within 10 years, the expectation is to double revenues, including through the support that Italferr will give to Italian FS companies, in order to operate in the future as a “General Contractor” for the acquisition of jobs at all levels. The objective is also to become a driving force for the “Italian system” as a whole and to contribute to the economic recovery of our country. A range of “multidisciplinary” skills and engineering services, not just restricted to the railways and high-speed sector, are today the company’s strength in the markets. These features will enable Italferr to seize various opportunities in different areas and with different needs. In future corporate development strategies, training, continuous updating and the long experience acquired by Italferr personnel will make all the difference. It is in fact quality, and not just cost, that will be the decisive factor in the choice that developing countries will consider in coming years regarding the development of policies for the creation of their works and strategic infrastructures.

 

Sustainable infrastructures, care for the Environment and Innovation – Italferr operates through an environmental policy based on precise responsibility criteria aimed at the preservation and enhancement of territory in its environmental and social values. The company adopts advanced quality systems and works in connection with scientific and academic entities par excellence, such as Universities, Research and Development Centres, specialised bodies and Technical Sector Agencies (ENEA) for the definition of best practices, the studying of tools and models for energy efficiency and for the proper use of resources. To this new approach, they add the use of innovative tools such as BIM technology and new and more dynamic and efficient internal processes from the standpoint of interaction with group companies and future integration with ANAS skills and experiences.