Passera porta banca “Illimity” in Borsa

Milano – Illimity, la nuova banca digitale guidata da Corrado Passera, approda sul mercato principale di Borsa Italiana.
La quotazione è stata salutata in modo positivo dagli investitori con il titolo che ha avviato le contrattazioni in rialzo del 4,2% per poi chiudere poco variata (+0,14%) a 7,3 euro. Dopo l’approdo sul mercato la società ha in programma per domani di svelare i programmi per il futuro contenuti nel nuovo piano d’impresa. Nata dalla fusione di Spaxs e Banca Interprovinciale, con Banca Imi che ha agito in qualità di sponsor, Illimity ha un capitale sociale di 43,38 milioni di euro, rappresentato da 59.422.861 azioni ordinarie.

La banca è specializzata nel credito difficile alle Pmi e nell’acquisto e gestione di Corporate Npl (crediti non esigibili). Il progetto, annunciato nell’aprile 2018, si è perfezionato nel novembre scorso quando il 95% degli azionisti di Spaxs ha confermato la propria fiducia nella nuova società. È poi partito l’iter di fusione che ha portato alla nascita di Illimity ed alla sua quotazione.
La banca ha già acquistato il suo primo portafoglio di crediti npl per 155 milioni di euro dalla Cassa di Risparmio di Volterra. Dopo la prima campanella in Borsa, l’amministratore delegato Corrado Passera ha ringraziato tutti gli azionisti ricordando che solo «un anno fa, si avviava un progetto che testimoniava fiducia nell’Italia e nelle nuove idee. Quel progetto in pochi mesi è diventato Illimity, una start up che vuole interpretare al meglio il cambiamento profondo che sta avvenendo nel settore bancario».
Per l’amministratore delegato di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, il debutto di Illimity è una nuova «conferma di come le Spac rappresentino un ulteriore strumento di finanziamento a disposizione delle imprese».