Piemonte Live Experience

èItalia 108 – Expo Milano 2015

Questo il “claim” scelto dalla Regione per presentarsi in tutta la sua ricchezza e varietà  a Expo Milano 2015

La Regione Piemonte ha due settimane di protagonismo all’interno del Padiglione Italia. La prima, dal 19 al 24 giugno, concomitante con la presenza espositiva, mentre la seconda avrà luogo dal 9 al 14 ottobre.
A questo programma si aggiunge l’organizzazione per il 14 ottobre, in qualità di Regione capofila, nell’ambito dell’accordo con la Conferenza delle Regioni, di un evento internazionale sul tema della montagna.

LA PRESENZA IN PADIGLIONE ITALIA E NELL’EXPO. Sottoscrivendo il contratto con Padiglione Italia, la Regione Piemonte ha acquisito il diritto a contribuire alla rappresentazione dell’Italia come Sistema Paese attraverso gli aspetti più significativi del suo territorio.
Nella cosiddetta “mostra delle Regioni”, in un caleidoscopio di suggestioni su tre piani di Palazzo Italia, sono rappresentati artisticamente il paesaggio del Piemonte, il suo patrimonio architettonico-culturale, l’eccellenza della ricerca e dell’innovazione.
Sotto il cappello “Piemontexperience”, che presenta il Piemonte come esperienza da vivere, viene allestito un contenitore che faccia “immergere” il visitatore nel paesaggio, nella cultura, nella biodiversità e in quel “saper fare” del design, dell’artigianato, dei processi di trasformazione, della ricerca e della tecnologia d’avanguardia che ne costituiscono l’identità portante. Lo spazio piemontese sarà un luogo di scoperta per immagini di quanto di meglio il territorio può offrire: oggetti simbolici, numeri, itinerari, fotografie, progetti. Una vera e propria “collezione” in chiave narrativa dei valori, delle capacità, dei successi attraverso il racconto di storie e luoghi di eccellenza.

IL COINVOLGIMENTO DEL TERRITORIO. La Regione Piemonte ha candidato con successo la propria iniziativa “Piemonte Live Experience” al progetto nazionale “Expo e i territori – Viaggio alla scoperta dei tesori nascosti e delle eccellenze agroalimentari d’Italia”, finanziato con il Fondo Sviluppo e Coesione, coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato in collaborazione tra la Conferenza delle Regioni ed il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica.
Il contesto del progetto nazionale è stato utilizzato per strutturare pacchetti di offerta (visite di impresa e turistiche) per delegati ed operatori accreditati ad Expo 2015, che consentano di conoscere attraverso l’esperienza diretta le eccellenze produttive di tre tipologie di prodotto di cui il Piemonte è leader nel mondo: vino, riso e cioccolato. Si tratta di visite guidate alle aziende della produzione, della trasformazione, della ricerca e dell’indotto tecnologico, integrate dalla visita alle eccellenze culturali e del patrimonio architettonico, museale e turistico presenti negli stessi luoghi. Le scelte rispondono all’esigenza di rientrare in almeno uno dei criteri guida: essere tra le località riconosciute come Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco (Residenze sabaude, Sacri Monti, paesaggi di Langhe, Monferrato e Roero) e/o essere sede di presidi Slow Food, enoteche regionali, consorzi di produzione e tutela, centri di ricerca, musei, ristoranti stellati. Il progetto ha una ricaduta diretta su 20 Comuni e prevede anche la formazione di guide e la realizzazione di prodotti di comunicazione per i delegati.


 

Piemonte Live Experience

This is the ‘claim’ chosen by the region to present itself in all its richness and variety at Expo Milano 2015

The Region of Piedmont has two weeks of leadership at the Italian Pavilion. The first, from 19 to 24 June, is during the exhibition, while the second will take place from 9 to 14 October.
This programme will run alongside the organisation of an international event on the theme of mountains on 14 October, where Piedmont will act as a leading Region, as part of the agreement with the Conference of Regions.

PRESENCE IN THE ITALIAN PAVILION AND AT EXPO. By signing the contract with the Italian Pavilion, the Region of Piedmont has acquired the right to contribute to the representation of Italy as a National System through the most significant aspects of its territory.
In a kaleidoscope of influences over three floors of Palazzo Italia, Piedmont’s landscape, its rich architectural and cultural heritage and its excellence in research and innovation will be represented artistically in the so-called ‘exhibition of Regions.’
Under the heading ‘Piemontexperience,’ which presents Piedmont as a site of experiences to be enjoyed, a container has been set up  that ‘immerses’ visitors in the landscape, culture, biodiversity and ‘know-how’ of the design, handicraft, transformation processes, research and cutting-edge technology that constitute its main identity. The Piedmont space will be a place of discovery with images of the best the area has to offer: symbolic objects, numbers, itineraries, photographs and projects. It will be a real ‘collection’ that narrates the area’s values, skills and successes through storytelling and places of excellence.

INVOLVEMENT OF THE REGION. The Region of Piedmont has successfully nominated its initiative ‘Piemonte Live Experience’ for the national project ‘Expo and territories – Journey to discover the hidden treasures and excellent food of Italy,’ financed by the Development and Cohesion Fund, coordinated by the Office of the Council of Ministers and implemented in collaboration with the Conference of Regions and the Department for Development and Economic Cohesion.
The context of the national project has been used to structure packages (business and tourist visits) for delegates and accredited operators attending Expo 2015, offering direct experience so they can get to know the excellent production of the three types of product for which Piedmont is a world leader: wine, rice and chocolate. Guided tours are provided of businesses working in production, processing, research and technological industries, supplemented by a visit to the outstanding cultural and architectural heritage, museums and places of interest for tourists found in the same locations.
The choices meet at least one of the guiding criteria, namely being one of the locations recognised as a World Heritage Site by UNESCO (Savoy residences, Sacri Monti, landscapes of Langhe, Monferrato and Roero) and/or being home to Slow Food presidia, regional wine cellars, production and protection consortia, research centres, museums and Michelin starred restaurants. The project has a direct impact on 20 municipalities and also provides for the training of guides and the development of communications products for the delegates.