Post Brexit – un passo in avanti per l’Italia – Cooperazione Economia nel Regno Unito

Editoriale di Leonardo Simonelli Santi, Presidente della CCIE di Londra

In riferimento al Referendum sull’Europa tenutosi nel Regno Unito ci teniamo a ribadire che speravamo in un altro risultato e appunto per questo insieme con i nostri membri e i membri delle Camere di Commercio Europee abbiamo sottolineato l’importanza di un’Europa unita per far fronte ai numerosi problemi, non esclusivamente economici, che al momento affligono il nostro mondo.
E’ veramente triste che un processo capace di far sentire le persone parte di una businness area comune sia stato interrotto e speriamo che potrà riprendere il prima possibile.
Il Primo ministro David Cameron ha gia annunciato le sue dimissioni comunicando che sarà necessario un periodo di riflessione prima di poter sviluppare un approccio costruttivo volto a ridefinire i rapporti del Regno Unito con i partiti Europei.
Dobbiamo continuare a cooperare insieme, e lo faremo sia con la Camera di Commercio Inglese per l’Italia, sia con le altre Camere di Commercio Europee nel Regno Unito cosi da far continuare ad avanzare l’economia e le persone in essa coinvolte.
Il nostro impegno alla Camera di Commercio Italiana per il Regno Unito sarà all’atezza della sfida che verrà, nonostante a livello regolamentare non cambierà niente per almeno i prossimi due anni, dovremo anche dare il nostro contributo nelle aree che verranno rinegoziate. Settori quali il commercio, l’investimento e la competizione possono essere migliorate concentrandosi nell’effettiva rappresentanza degli interessi legittimi dei nostri membri.
Il mercato finanziario ha reagito come era stato predetto nel caso di vittoria del “leave” anche se è ancora impossible fare previsioni sull’andamento del tale in scala globale. La Camera di Commercio continuerà ad offrire il suo supporto per facilitare il dialogo tra le aziende italiane e gli investitori. La Camera sta già lavorando su una serie di progetti relativi al referendum ai quali verrà conferita massima visibilità.
Di questi tempi dobbiamo lavorare insieme piu che mai abbiamo fatto in precedenza, per risolvere problemi pratici e, se possibile, per incrementare le opportunità di business come elemento fondamentale della prosperità economica. Incoraggiamo i nostri soci ad essere il piu attivi possibile al riguardo.


Following Brexit – A Way forward for ITALY – UK economic cooperation

We hoped for a different result for the UK Referendum on Europe and indeed with our members and the members of the European Chambers of Commerce we stressed the importance of a United Europe to face the many problems of the world which are not exclusively economic.
It is really bad that a process that made people feeling in a common area for business has been interrupted and we hope will be soon resumed.
Prime Minister Cameron announced that he will step down and there will be a period of reflection before a constructive approach towards redefining the British relationship with its European parties can be developed.
We have to continue to cooperate and we will with the British Chamber of Commerce for Italy and the other European Chambers in the UK so that business will continue to prosper for the advantage of the economy and the people involved.
At the Italian Chamber of Commerce for the UK, our commitment towards our mission will match the challenge and although for at least two years nothing will change in the regulatory framework, we will have to give also our contribution in the many areas that will be renegotiated. Aspects such as trade, investments and competition can be enhanced with a well prepared representation of the legitimate interest of our members.
The financial markets reacted as expected in case the of a Leave victory although it is still impossible to draw conclusions in this very moment about their future behaviour on a global scale. The Italian Chamber of Commerce will continue to offer its support in order to facilitate the dialogue between Italian companies and investors. The Chamber is already working on a series of related projects which will be given maximum visibility.
This is a time when more than ever before we have to work together, to solve practical problems and if possible, increase the opportunity for business as a fundamental element of economic prosperity. We encourage our members to be very proactive.