Presentato il rapporto “Laurea e imprenditorialità”, il primo studio sull’imprenditorialità dei laureati in Italia

Il Rapporto Laurea e imprenditorialità, curato da Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea, Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna e Unioncamere, analizza i dati, a livello individuale, di 2.891.980 laureati in atenei italiani tra il 2004-2018 e i dati, a livello aziendale, delle 236.362 imprese da essi fondate.

Lo studio è stato presentato lo scorso 16 dicembre presso la sede di Unioncamere, a Roma.

Dallo studio emerge un dato significativo: il 7% dei laureati nelle diverse discipline avvia una attività di impresa”, sottolinea il segretario generale di Unioncamere, Giuseppe Tripoli. “Per fondare una azienda serve certamente una idea brillante e innovativa, ma servono anche le conoscenze per la realizzazione del business plan e le competenze di carattere manageriale sugli aspetti finanziari del fare impresa. Su questo piano intervengono le Camere di commercio, lavorando, insieme alle associazioni, al fianco degli aspiranti e neo imprenditori. Un sostegno decisivo soprattutto per le imprese di minori dimensioni“.

In allegato, oltre al comunicato stampa, l’executive summary del Rapporto, sia in italiano che in inglese.

Leggi il comunicato