Si è conclusa la Fashion Week Milanese

Ph.Nick Zonna Moda 07-02-2017 Milano Palazzo Marino Conferenza di presentazione MILANO MODA DONNA FASHION WEEK Autunno Inverno 2017-2018 partecipano Carlo Capasa Presidente CNMI el'Ass.Cristina Tajan alle i politiche,design e moda Comune di Milano. In the picture: Carlo Capasa Presidente CNMI e l'Ass.Cristina Tajan alle i politiche,design e moda Comune di Milano.
Carlo Capasa Presidente CNMI e l’Ass.Cristina Tajan alle i politiche,design e moda Comune di Milano.

La settimana della moda milanese ha ancora un ruolo importantissimo nel mondo. Nel capoluogo lombardo si sono alternate le più grandi maison del Belpaese, come Gucci, Armani, Prada e Versace, che hanno segnato le tendenze della prossima stagione con le loro collezioni autunno/inverno 2017-2018.
La Soddisfazione di Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana.
“La Settimana della Moda è andata molto bene, è stata forse la Settimana che è andata meglio da quando ci sono io, perché c’è stata veramente molta energia positiva, sia da un punto di vista quantitativo che da un punto di vista qualitativo. Con quantitativo intendo che ci sono stati più stranieri, più giornalisti e più buyer, soprattutto dal Giappone, dalla Corea e dalla Cina, ma c’è stato anche un grande ritorno dei Russi e del Medioriente. Qualitativamente le sfilate sono andate molto bene, hanno avuto un sacco di successo. Complessivamente tutta la moda è andata bene – prosegue il Presidente Capasa – anche le collezioni dei giovani designer, tra i quali Marco De Vincenzo, Massimo Giorgetti, Stella Jean. C’erano anche molti giovani emergenti, volti nuovi, come il designer Xu Zhi di Armani. Quindi una buona apertura internazionale, come ad esempio Vionnet che è venuta da Parigi a sfilare in Italia. Per la prossima Settimana della Moda, novità assoluta saranno, il 24 settembre, gli Oscar della Moda Sostenibile, in collaborazione con Livia Firth, moglie dell’attore Colin e vera paladina della sostenibilità. Questa è la prima volta in assoluto in cui avviene un evento del genere, cosa che ci rende unici al mondo. Inoltre cito volentieri la collaborazione con il Comune di Milano, con cui abbiamo lavorato molto bene, anche con gli spazi che ci ha dato, come ad esempio le Cariatidi, dove hanno sfilato tutti i giovani. Come già accennato in altri momenti – conclude Capasa – ci farebbe piacere  che questa collaborazione con il Comune arrivasse alla realizzazione del Museo della Moda, che ovviamente è un grandissimo progetto, e di un Fashion Hub per i giovani”.

A partire dal prossimo settembre, a Milano andrà in scena tutto il Made in Italy della moda.
In concomitanza con la Fashion Week della moda femminile, anche i settori che tengono abitualmente le loro rassegne in altre sedi o in altri periodi saranno presenti con installazioni ed eventi aperti alla città. Verrà firmato a breve un accordo tra il Ministero dello Sviluppo Economico e il Comune di Milano per il coordinamento e la valorizzazione di queste partecipazioni e delle iniziative collegate. La regia di queste iniziative verrà affidata a Davide Rampello. La conferma dal Sottosegretario Scalfarotto “La complessità e l’articolazione della platea degli acquirenti dei diversi settori” ha detto il Sottosegretario “sono motivo di ulteriore pregio per un’iniziativa che mette in scena il Made in Italy in tutta la sua ampiezza e che rappresenta un significativo punto di svolta, con importanti ricadute positive per tutti.”