Soddisfazione di aziende e pubblico per la mostra “La Luce del Marmo”

Conclusa con notevole soddisfazione da parte dei suoi protagonisti la mostra di opere e manufatti in marmo in mostra sui 350 mq dedicati a “La luce del Marmo” al Fuori Salone milanese all’interno di Space&Interiors presso The Mall di Porta Nuova a Milano.

Il progetto di comunicazione e promozione territoriale portato avanti da IMM Carrara, sotto la direzione artistica di Angelo Dadda di Looping e il patrocinio di ADI Associazione per il Design Industriale e Comune di Carrara, si è sviluppato intorno alle tematiche della luce e della leggerezza applicate al marmo, in una sorta di percorso museale creato dalle otto aziende protagoniste: Campolonghi, Errebi Marmi, Fibra, Franchi Umberto Marmi, Garfagnana Innovazione, G.M.C. Graniti Marmi Colorati (in partnership con Jing Living Furniture Design), Marmi Carrara e Sa.Ge.Van. Marmi. Hanno inoltre partecipato in qualità di partner tecnici Targetti Sankey, DS Trading, MT Stone, Profumi del Marmo.

Le aziende, affiancate da importanti designer, hanno declinato con arte e passione il marmo, realizzando per l’occasione opere e manufatti di grande impatto visivo, capaci di mostrare con maestria la grande versatilità d’uso dell’oro bianco di Carrara, non solo blocco e lastra, ma anche elemento d’arredo, oggetto di design e moderna opera d’arte.

Abbiamo raccolto a caldo alcune considerazione da parte dei protagonisti.

Carlo Colombi, direttore di Marmi Carrara, esprime la sua soddisfazione per l’ottimo riscontro avuto, per numero e qualità, dalle visite dei numerosi studi di architettura in visita:

“Per Marmi Carrara si tratta di un’esperienza valida e molto positiva; la mostra è stata allestita in una location molto bella e suggestiva, e strutturata al meglio per la valorizzazione del marmo. Iniziativa sicuramente da ripetere: continuiamo su questa strada e se possibile rendiamola ancora migliore.”

Anche Paolo Maiello, titolare di Errebi Marmi (azienda in esposizione insieme a Fibra) ritiene che l’iniziativa sia molto interessante: “ Ho avuto contatti diversi da quelli abituali, una visitazione più variegata e contraddistinta da una forte presenza di designer: gli operatori con cui ho parlato erano stupiti dalle tante opportunità d’uso del marmo, che non è solo un materiale da rivestimenti. Ritengo che una mostra come questa dia al settore un’ottima opportunità di apertura rispetto al mondo del design, un settore che può arricchire quello lapideo.”

Particolarmente apprezzata la location da Stefano Coiai, titolare di Garfagnana Innovazione, che ritiene l’iniziativa ben organizzata e rispondente alle aspettative in termini di pubblico in visita: “I visitatori sono professionisti, designer, architetti, in una parola un pubblico specializzato, per cui ritengo che questo sia un bel modo per promuoversi.”

Bernarda Franchi, di Franchi Umberto Marmi ha un unico rammarico, e cioè che la partecipazione delle aziende non sia stata maggiore, ma, specifica “Si tratta di un primo passo importante per far conoscere Carrara, la sua tradizione e il suo marmo al mondo del design, in una piazza giusta come quella del Fuorisalone e una location senz’altro di prestigio per tutte le aziende del nostro territorio, oltre che del perfetto apripista per la successiva iniziativa White Carrara Downtown che dal 10 al 18 giugno porterà opere e designer nella nostra città”

Fonte: Aefi