Tradizione e stile italiani uniti al coraggio imprenditoriale: la storia di Luxottica in India

Intervista a Akash Goyle, Country Manager India

Luxottica, come molte altre aziende di livello, ha ampliato il proprio mercato, raggiungendo l’Oriente. Quali strategie sono state attuate per riuscire ad insediarsi con successo in India? Qual è il vostro vantaggio competitivo rispetto agli altri concorrenti nel paese?
Siamo in India con una presenza diretta e una unità produttiva da molti anni. Una volta compreso il potenziale del mercato in cui operiamo, una delle nostre strategie chiave è stata quella di guidare la crescita, costruire il marchio e raggiungere il consumatore locale attraverso un portafoglio di prodotti diversificato e dinamico. Una particolare attenzione è stata data allo sviluppo di segmento – che si tratti della sfera del lusso, di quella sportiva o di marchi premium.
L’ingresso di marchi di lusso internazionali in India è un segnale di crescita, sviluppo e globalizzazione. I prodotti fabbricati e distribuiti da Luxottica Group sono il risultato di estrema precisione e competenza sviluppate nel tempo e perfezionate con forti investimenti in ricerca e sviluppo. Questo è precisamente ciò che ci distingue dagli altri concorrenti nel paese.
Un’altra cosa che per noi ha funzionato bene è avere dei testimonial locali. Per Vogue Eyewear abbiamo la celebre attrice indiana Deepika Padukone come testimonial, mentre giocatori di cricket di livello come Virat Kohli e Yuvraj Singh rappresentano il nostro marchio di design e innovazione radicato nello sport – Oakley.

Le società con filiali in mercati emergenti hanno continuamente bisogno di testare il terreno, investire e adattare i propri programmi alle diverse evenienze. Quali sono le maggiori sfide che Luxottica deve affrontare in India?
L’India presenta una molteplicità di clienti, probabilmente, più variegata di qualsiasi altra parte del mondo. è sicuramente più interessante per noi  lavorare in un mercato dinamico come l’India, che offre una vasta gamma di comportamenti dei consumatori e delle scelte da comprendere e a cui rispondere. Il fatto ancora più stimolante è che lavoriamo su un portafoglio diversificato di marchi che vanno dal fast fashion al premium, al super lusso. Ciò, da un lato, ci dà un vantaggio tra i consumatori giovani, urbani e benestanti, dall’altro ci spinge anche a concentrarci sulla acquisizione di nuovi clienti e sulla penetrazione capillare nelle più piccole città dell’India.
Il nostro obiettivo è garantire una migliore customer experience e per raggiungerlo poniamo grande attenzione alla formazione e allo sviluppo delle nostre risorse. Vogliamo semplicemente accrescere le nostre competenze per  affrontare nuove sfide e raggiungere una maggiore crescita.

Luxottica è una società verticalmente integrata e la vostra base indiana gioca un ruolo rilevante nelle operazioni produttive in Asia. Quali sono le prospettive di crescita di questo centro di scambio?
L’industria dell’occhialeria in India ha assistito ad una forte crescita negli ultimi anni a causa di un aumento delle vendite di occhiali in diversi segmenti. Oggi, insieme con il Brasile, la Cina, il Messico e la Turchia, l’India è uno dei motori della crescita di Luxottica nei mercati emergenti, dove le vendite nette continuano a crescere, e crediamo che questo trend impressionante possa effettivamente proseguire nei prossimi anni. Alcuni ulteriori fattori che portano alla crescita dell’occhialeria indiana sono l’aumento dei redditi e della penetrazione delle reti dei distributori al dettaglio. Noi continueremo a investire nel mercato e nella nostra unità produttiva per soddisfare la domanda locale e tenere il passo con il modello di crescita.

Siete molto impegnati nella corporate responsibility?
Conosciamo le necessità di cura della vista, della correzione della vista e di cura preventiva della cecità. La nostra realtà è impegnata  per fornire il massimo supporto possibile. Sosteniamo le cliniche locali in India, dove i dipendenti Luxottica svolgono volontariato e prestano supporto nello svolgimento delle attività, garantendo l’attenzione necessaria ai problemi della vista.
Attraverso queste cliniche vogliamo fornire l’accesso alle cure a prezzi accessibili per le persone svantaggiate.


Italian Tradition and Style, Along With Entrepreneurial Courage: The Story of Luxottica in India

Interview to Mr. Akash Goyle, Country Manager India

Luxottica, as many other top rated companies, has expanded its market, reaching the East. What strategies have been pursued to profitably get a foothold in India? What is you competitive advantage over your competitors in the country?
We have been in India with a direct presence and a manufacturing unit for many years now. Understanding the potential of the market we operate in, one of our key strategies has been to drive growth, build brand and connect with the local consumer through a diverse and dynamic product portfolio. There has been emphasis on category development – be it in the sphere of luxury, sport performance or premium brands.
The entry of international luxury brands in India is a testimonial to growth, development and globalization. Products manufactured and distributed by Luxottica Group are the result of supreme precision and expertise that have evolved over time and perfected with large investments in research and development. This is exactly what sets us apart from the competitors in the country.
What has also worked well for us is having local brand testimonials. For Vogue Eyewear we have Deepika Padukone as our brand testimonial, whereas leading cricketers Virat Kohli and Yuvraj Singh represent our design and innovation brand rooted in sport –
Oakley.

Companies with subsidiaries in emerging markets continuously need to test the ground, invest and adapt their plans according to contingencies. What are the biggest challenges Luxottica has to face in India?
India has a variety of customers, probably, more diverse than any other part of the world. It is certainly more interesting for us to work in a dynamic market like India that offers a vast spectrum of consumer behaviors and choices to understand and respond to. What makes it even more exciting is the fact that we work on an equally diversified portfolio of brands ranging from fast fashion to premium, to super luxury.  While this offers us the advantage among the young, urban and affluent consumers, it also drives us to focus on new customer acquisition and deeper penetration into smaller cities of India.
Our focus is towards ensuring a better customer experience and in order to attain this objective we lay great emphasis on training and development of our resources.  We only wish to improve ourselves in the future, to take on new challenges and achieve higher growth.

Luxottica is a vertically integrated company and the Indian center is playing a relevant role in the manufacturing and logistics operations in Asia. What are the potential growth prospects of this trade hub?
The eyewear industry in India has witnessed a steep rise in recent years on account of higher sales of eyewear across an array of segments. Today, together with Brazil, China, Mexico and Turkey, India is one of the drivers of Luxottica’s growth in the emerging markets, where net sales keep growing and we believe this impressive trend might indeed continue in the years to follow.  Some additional factors leading to the growth of the Indian eyewear industry are rising income levels and penetration of retail distributors’ networks. We will continue to invest in the market and in our manufacturing unit to cater to the local demand and keep pace with the growth pattern.

Are You very committed to corporate responsibility?
We understand the need of vision care, vision correction and preventive blindness. As an organization we are committed to render as much support as possible. We cater to local clinics within India, where Luxottica employees volunteer and lend support in successful execution and providing the necessary focus and attention to visual impairment.
Through these clinics we wish to provide access to affordable vision care for the under privileged.