Un nuovo slancio per la nautica italiana

UCINA

I vertici di UCINA e Fiera di Genova hanno presentato al Vice Ministro Calenda le novità del 55° Salone Nautico Internazionale

“Siamo soddisfatti dell’incontro con il Vice Ministro Carlo Calenda. È emerso un forte allineamento sull’importanza della manifestazione genovese come unico evento dedicato alla nautica da diporto, confermata anche dal supporto ricevuto da Regione Liguria e città di Genova”. Così si è espressa il neo-Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Carla Demaria, al termine del colloquio avuto a Roma con il Vice Ministro per lo Sviluppo Economico e i vertici di Fiera di Genova. Un incontro che ha permesso di illustrare le novità dell’edizione numero 55 del Salone Nautico Internazionale che il capoluogo ligure ospiterà dal 30 settembre al 5 ottobre 2015.
Tra le novità di quella che si presenta come la più importante manifestazione del Mediterraneo dedicata agli appassionati del mare, vi è la collaborazione con Volvo Ocean Race, con cui è stato concluso un accordo che per la prima volta porterà a Genova i protagonisti della storica regata.
Come spiegano dall’UCINA, il Vice Ministro ha apprezzato in particolare la capacità progettuale dell’Associazione: il riferimento è non solo all’arrivo della flotta della Volvo Ocean Race, ma anche alle altre iniziative che riguardano il Salone e la sua capacità di valorizzare il Made in Italy mostrandone il design, la storia e la capacità industriale, con i progetti che nei prossimi mesi passeranno alla forma esecutiva. Un impegno che è del resto in linea con il programma presentato dal neo-eletto Presidente: rilanciare l’associazione, difendendo e promuovendo l’intera filiera della nautica italiana, in Italia e all’estero, e dare la svolta al Salone Nautico di Genova.
Tra i suoi obiettivi, vi è una modifica dello statuto, che permetta di coinvolgere molto di più le aziende associate nei processi decisionali. D’altro canto, l’UCINA, con le sue 330 aziende, ha una base associativa che non rappresenta abbastanza il mercato italiano, che va quindi maggiormente aggregato e rappresentato. Un’altra questione vitale per Carla Demaria è quella dell’accesso ai contributi per gli investimenti e al credito all’acquisto: l’intento è quello di promuovere il dialogo con la Banca degli Investimenti Europea e cercare di fare ripartire il leasing. Nel programma è inoltre previsto l’avvio di nuovi progetti internazionali che beneficeranno di una maggiore integrazione con l’EBI-European Boating Industry. L’importante è soprattutto agire presto, come ha sottolineato il Presidente Demaria, per ridare nuovo vigore ad una filiera, quella della nautica italiana, che costituisce un’eccellenza della nostra industria, e che ha le potenzialità, se sostenuta e valorizzata, per crescere ulteriormente.


A New Impetus to Italian Boating

The leaders of UCINA and Fiera di Genova presented the innovations of the 55th International Boat Show to Deputy Minister Calenda

“We are satisfied with the meeting with Deputy Minister Carlo Calenda. Strong alignment emerged on the importance of the Genoese fair as the only event dedicated to pleasure boating, also confirmed by the support received from the Region of Liguria and the city of Genoa.” These were the words of the new President of UCINA Confindustria Nautica, Carla Demaria, at the end of her meeting in Rome with the Deputy Minister of Economic Development and the heads of Fiera di Genova. The meeting provided an opportunity to outline the new features of the 55th International Boat Show due to be hosted by the Ligurian capital from 30 September to 5 October 2015.
One of the innovations of the fair presented as the most important event dedicated to lovers of the Mediterranean sea is a collaboration with Volvo Ocean Race, which was concluded with an agreement that will see the protagonists of the historic regatta come to Genoa for the first time.
As explained by UCINA, the Deputy Minister especially appreciated the design capacity of the Association: it not only refers to the arrival of the fleet for the Volvo Ocean Race, but also to other initiatives regarding the fair and its ability to promote Made in Italy design, history and industrial capacity, with projects that will be finalised in the coming months.
This commitment is in line with the programme presented by the newly elected President, which aims to relaunch the association, defending and promoting the entire Italian boating chain in Italy and abroad, and to turning around the Genoa Boat Show.
Its objectives include an amendment to the Statute to allow the involvement of many more member companies in the decision-making processes. On the other hand, with its 330 companies, UCINA has a membership base that does not represent the Italian market enough, and should therefore be more aggregated and better represented.
Another vital issue for Carla Demaria is that of access to credit: the intention is to promote a dialogue with the European Investment Bank and try to restart leasing. The programme also includes the launch of new international projects that will benefit from greater integration with the EBI-European Boating Industry.
It is especially important to act soon, as stressed by President Demaria, to give new vigour to the Italian boating chain, which constitute an example of industrial excellence and which has the potential, if supported and enhanced, to grow further.