Presentata a Brindisi la Terza edizione di FIMAR, la fiera dell’economia del Mare in Brasile

Brindisi, si è svolta oggi  nella sala conferenze della Camera di Commercio di Brindisi, una conferenza stampa per presentare la  partecipazione della Puglia all’unica fiera internazionale dell’Italia in Brasile, la Fimar. Fira Internazionale  dell’Economia del Mare, dal 4 al 6 Ottobre 2018 a Florianpolis, satato di Santa Catarina in Brasile, dove si è parlato di  economia del mare con la partecipazione delle aziende del settore nautico del territorio pugliese.

Durante la conferenza è intervenuto il promoter di Fimar e rappresentante del Governo di Santa Caterina per la Nautica con  l’Italia, Domenico Calabria: ”Dal 4 al 6 Ottobre, nella città di Florianpolis, satato di Santa Catarina in Brasile, uno stato  molto famoso ed importante soprattutto per il turismo e per la nautica, è il secondo stato del Brasile per quanto riguarda  l’attrazione del turismo. Grazie ad un accordo, che nel 2102 è stato fatto dal  nostro Governo italiano tramite il Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) ed UCINA con il Governo di Santa Caterina, che oggi qui  rappresento, abbiamo creato un evento importantissimo espresso da un gemellaggio concreto e operativo tra il business italiano e quello  brasiliano: è nata la Fimar, l’unica fiera italiana fuori dall’Italia, che viene fatta in Brasile e interamente dedicata all’ecomonia del Mare. Una soddisfazione perchè siamo già alla terza edizione, in genere questi  protocolli d’intesa non sempre portano a dei risultati, mentre grazie a questo accordo in questi anni, abbiamo già fatto circa otto  missioni di interscambio tra l’Italia e lo stato di Santa Catarina. Ed ancora – prosegue Calabria – grazie al successo delle due prime edizioni della FIMAR, confermato dall’affluenza del grande pubblico e dalla significativa partecipazione delle aziende brasiliane agli incontri b2b e i conseguenti accordi firmati, nonché le collaborazione tra le associazioni italiane di settore con le istituzioni e gli operatori locali della nautica, le imprese che partecipano alla Terza Edizione della FIMAR,  saranno supportate dalle attività che proseguono durante l’anno, dal nascente “Cluster della Nautica Brasile – Italia”, attraverso un Marketplace di E-commerce B2B e B2C per le aziende dei due paesi, attraverso una piattaforma creata da INTERNET & IDEE – leader Internazionale del commercio elettronico”. In conclusione, Calabria ha evidenziato l’attenzione e quindi la partecipazione alla conferenza stampa da parte della Regione Campania, che è stata scelta come “Ospite d’Onore” dell’edizione di Fimar 2018. Nell’occasione Calabria ha proposto alla Regione Puglia un eventuale accordo di interscambio sul piano turistico-culturale con lo Stato di Santa Catarina.
Intanto, a questo annuncio ha fatto eco l’intervento di Stefania Mandurino, di PugliaPromozione, in rappresentanza della Regione Puglia:”Queste sono iniziative che diventano  fondamentali all’interno di un percorso di crescita complessivo, e possono avere una visione di -lungo periodo-. Aziende che  lavorano nella Nautica ma anche tutte queste realtà delle marine, delle darsene, che fino a poco fa erano un po’ un’utopia  per noi, e tutto ciò che gira intorno all’economia al mare, per una regione come la Puglia, è fondamentale e sono sicura che  ci darà grandissime soddisfazioni. L’abbinamento con la promozione territoriale è fondamentale, da noi c’è stata una crescita  del settore turistico di un certo tipo perchè si è fatta una scelta strategica, cioè quella di abbinare il prodotto  turistico, l’offerta turistica, l’impresa turistica, alla valorizzazione delle risorse territoriali. Abbiamo puntato sul  legame con le imprese, ma le imprese stesse, anche quelle non turistiche, hanno compreso come abbinarsi alla Puglia, al  Salento e ai brand territoriali dando così il vero valore aggiunto”.
A seguire gli interventi di:
Matteo Dusconi, in rappresentnza di Assonautica e partner dell’evento:”Siamo qui a Brindisi per presentare Fimar, una fiera  che non è una fiera ma una vetrina della nautica italiana in Brasile. Lo abbiamo già fatto per due edizioni, nel 2015 e nel  2016, abbiamo portato le aziende migliori della nautica italiana per far sì che si instaurasse un ponte tra l’Italia e il  Brasile. Certamente il Brasile è lontano ma molto vicino all’Italia, perchè l’Italia è l’eccellenza della Nautica, e Brindisi  è la capitale della Nautica pugliese. Quindi la presentazione, oggi, qui, di Fimar, è esattamente la ricostruzione di un  ponte della Nautica italiana in Brasile”.

Alfredo Malcarne, presidente della Camera di Commercio di Brindisi: ”C’è grande condivione di obiettivi e percorsi tra tre  camere di commercio quali Bari, Taranto e Brindisi, in particolare abbiamo attivato un progetto di attività di  internazionalizzazione dedicato al comparto nautico e che proverà a mettere insieme, da una parte le -expertise pubbliche-,  le camere di commercio, le istituzioni, rappresentative dell’economie del mare e quindi l’Assonautica italiana e dall’altra  le attività di sensibilizzazione nei confronti delle imprese attraverso seminari ed attività mirate per l’accompagnamento sui  mercati internazionali. Un obiettivo del nostro progetto è, ovviamente, il mercato brasiliano”.

Giuseppe Danese, Presidente del Distretto Nautico della Puglia:”questa è una fiera un po’ particolare, non il classico  workshop, ma è un icontro in cui le aziende realmente possono tornare, nella propria sede, con una cosa che è più potente dal  punto di vista commerciale, cioè l’informazione. Uno scambio di B2B mirato, con dei focus particolari sul settore produttivo,  percui l’utente, l’azienda, tornerà a casa con iformazioni da svluppare in risultati concreti. Una fiera che abbraccia a  trecentosessanta gradi tutto il settore nautico, dalla cantieristica alla commercializzazione, e soprattutto alla portualità  turistica che è il nostro fiore all’occhiello”.

Giuseppe Marasco di Perautomotive, ha esposto il progetto dell’applicazione Pan-Pan NauticaRicambiOmnia:”Da questa esperienza  ci aspettiamo una conferma della bontà del prodotto che abbiamo già presentato in altre circostanze qui a Brindisi. Ci  aspettiamo un interesse internazionale, già manifestato dall’America, e che sia di buon auspicio anche per poter insistere e  quindi fare tutti gli ulteriori passi ed aggiustamenti e migliorie che, naturalmente, man mano che il tempo passa, sia il  mercato che noi, riteniamo siano importanti realizzare”.