Nauticsud punta ad essere la prima fiera d’Italia del segmento produttivo di imbarcazioni tra i 4 e 18 metri

Presentata a Napoli la  47.ma edizione del Nauticsud, il salone internazionale della nautica  che si terrà dall’8 al 16 febbraio. La conferenza ha annoverato la partecipazione del presidente Remo Minopoli e la consigliera delegata Valeria De Sieno, il presidente di Afina Gennaro Amato, il presidente della Camera di Commercio di Napoli Ciro Fiola, e il presidente della Commissione Attività Produttive della Regione Campania Nicola Marrazzo. Il Ministro all’Università e Ricerca, Gaetano Manfredi, sarà a Napoli il giorno 8 febbraio per il taglio inaugurale del Nauticsud.

Due i dati significativi della giornata di presentazione: il sold out del prossimo salone nautico (8-16 febbraio), i fondi europei e i Por messi a disposizione del segmento produttivo nautico. Nicola Marrazzo ha annunciato due bandi, uno da 100 milioni di euro in favore della competitività e un altro da 30 milioni di euro in favore degli artigiani. “Ovviamente non sono solo per la nautica – ha spiegato il presidente della Commissione Attività Produttive della Regione Campania – ma buona parte potrà servire a sviluppare questo comparto”.

I numeri sono il punto forte delle argomentazioni proposte da Gennaro Amato, presidente dell’Associazione Filiera Italiana della Nautica (AFINA): “Cinquantaduemila metri quadri espositivi occupati, oltre 800 imbarcazioni esposte, ben 220 aziende presenti sono i nostri pilastri e speriamo di superare il traguardo delle 90mila presenze del 2019. Napoli non è una piazza solo del Sud – ha concluso Amato – ma la base di riferimento dell’intero Mar Mediterraneo. Puntiamo apertamente, entro il 50° appuntamento del 2023, a rendere il Nauticsud prima fiera d’Italia del segmento produttivo di imbarcazioni tra i 4 e 18 metri”.

L’esposizione nautica ha segnato più di un record, registrando per aziende partecipanti e metri quadri occupati, il picco storico degli ultimi cinque anni. L’escalation positiva è figlia di un trend di crescita che si registra già da qualche anno. Le ultime quattro edizioni, realizzate in partnership tra MdO ed AFINA, sotto la presidenza di Gennaro Amato, mostrano numeri che indicano lo sviluppo del salone della media e piccola nautica italiana. La crescita degli spazi espositivi impiegati dal 2016 (24.000) ad oggi (52.000), quella delle partecipazioni aziendali, dalle 100 alle attuali 220, il numero delle barche esposte, che passa dalle 200 nel 2016 alle 800 attuali e non ultimi i visitatori, che passano dai 60mila ai quasi 100mila, decretano il successo di un ottimo lavoro di équipe che ha consentito, dopo anni bui, di riportare il salone della nautica ai suoi fasti.

Nei suoi 10 padiglioni  espositivi del Nauticsud, divisi tra i  e gli spazi esterni della zona del Viale delle 28 Fontane, ci sarà anche una folta partecipazione di aziende di accessori, di servizi e delle forze dell’ordine che rappresentano la tutela del territorio e dei naviganti. Oltre all’esposizione, in programma anche due convegni: uno dedicato alle Aree Marine Protette e un altro sul tema del Marine Litter e i danni irreversibili della plastica in mare. Con l’evento “E’ vela in Campania” a cura della V zona della FIV (Federazione Italiana Vela), si svolgerà la premiazione annuale degli atleti e dei club affliliati.
Quest’anno il Nauticsud presenta la novità della collaborazione con il Mann, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli con interscambio di visitatori ed iniziative tra il Nauticsud e la mostra “Thalassa, meraviglie sommerse dal Mediterraneo”.