Veranu: la mattonella che produce energia è griffata Made in Italy

In molti parlano di energie rinnovabili con entusiasmo ma sono in pochi quelli che investono davvero in un settore che, specialmente in un Paese come l’Italia, avrebbe più di una ragione per essere trattato con la dovuta cura.

Fra le aziende che preferiscono i fatti alle parole c’è la startup italiana Veranu, nata da un’idea di Alessio Calcagni, Simone Mastrogiacomo e Giorgio Leoni, ingegneri made in Italy che sognano un’Italia più green.

Il progetto di Veranu mette il primo seme cinque anni fa con la tesi di laurea del dott. Calcagni per poi svilupparsi negli anni a venire fino a diventare una forma aziendale concreta lo scorso anno, nel 2016.

Quella di Veranu deve essere considerata come una rivoluzione perché l’azienda è in grado di produrre un brillante sistema di pavimentazione che trasforma l’energia cinetica, generata dai passi delle persone, in energia elettrica.

Quello che sorprende è che la tecnologia innovativa di Veranu può essere installata su qualsiasi tipologia di pavimento e genera energia elettrica pulita  semplicemente camminandoci sopra ed utilizzando materiali plastici reperibili sul mercato e totalmente riciclabili.

L’innovazione alla quale punta l’azienda sarda riguarda il modo di concepire il pavimento: questo non è più visto come oggetto passivo, ma come strumento attivo in grado di generare energia pulita. Tra i materiali utilizzati per la realizzazione c’è il PLA, il materiale plastico estratto dalle piante e noto soprattutto per l’impiego nelle stampe 3D.

Finanziata da un crowdfunding e dagli investimenti di Poste Italiane, la nuova startup si fa dunque portavoce di una vera e propria filosofia green che ha l’obiettivo di divulgare una consapevolezza ecosostenibile ben oltre i confini italiani. (exportiamo.it)