Al via i fondi per la ricerca industriale e sviluppo sperimentale

E’ stato istituito presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca un Fondo di Fondi gestito dalla Banca Europea degli Investimenti. Gli investimenti dovranno riguardare attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in linea con i criteri di selezione del PON Ricerca e Innovazione e lo sviluppo e l’utilizzo delle tecnologie abilitanti fondamentali per le aree tematiche della Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente.

Le risorse verranno investite tramite due strumenti finanziari gestiti da Fondo Ricerca e Innovazione S.r.l. (Gruppo Intesa Sanpaolo)/Equiter S.p.A (per strumenti di prestito, equity e quasi-equity ), e Banca del Mezzogiorno – Medio Credito Centrale (strumenti di prestito). L’attuazione dello strumento finanziario interessa innanzitutto le otto regioni target del PON (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna), ma anche le rimanenti aree del Paese.

Il Fondo è aperto a tutte le imprese, ai Centri di ricerca, pubblici e privati, alle Università, nonché ad altri enti pubblici o istituzioni private che si occupano di ricerca e innovazione tecnologica.

La scadenza per la presentazione delle proposte è fissata al 31 dicembre 2022. A disposizione vi sono 186 milioni di euro.