ECCELLENZE da primato targate UNESCO

l’Italia primeggia la classifica mondiale dell’UNESCO e tra i riconoscimenti legati al cibo, spicca la DIETA MEDITERRANEA, LA VITE AD ALBERELLO DI PANTELLERIA, I PAESAGGI DELLA LANGHE ROERO E MONFERRATO, PARMA CITTÀ CREATIVA DELLA GASTRONOMIA E L’ARTE DEL PIZZAIUOLO NAPOLETANO iscritta di recente, frutto della nostra storia e della nostra cultura, di ricchezze imparagonabili. Il Made in Italy agroalimentare, coniugando il saper fare con le bellezze artistiche e paesaggistiche del territorio, costituisce un patrimonio immenso di eccellenze.

DIETA MEDITERRANEA La Dieta Mediterranea è molto più che un semplice alimento. Essa promuove l’interazione sociale, poiché il pasto in comune è alla base dei costumi sociali e delle festività condivise da una data comunità, e ha dato luogo a un notevole corpus di conoscenze, canzoni, massime, racconti e leggende. La Dieta si fonda nel rispetto per il territorio e la biodiversità, e garantisce la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e dei mestieri collegati alla pesca e all’agricoltura nelle comunità del Mediterraneo.

LANGHE, ROERO E MONFERRATO Splendide zone vitivinicole del Piemonte composte da grandi distese collinari coltivati a vite, che l’Unesco descrive come “Una eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite, dei processi di vinificazione, di un contesto sociale, rurale e di un tessuto economico basati sulla cultura del vino, costituiscono un esempio eccezionale di interazione dell’uomo con il suo ambiente naturale”.

PARMA CITTÀ GASTONOMICA Per l’Unesco, Parma è riconosciuta come il cuore della “valle gastronomica italiana”. I settori agroalimentare e gastronomico hanno modellato la storia della città. Parma ospita importanti eventi del settore alimentare, molti dei quali riuniscono diverse parti interessate del settore imprenditoriale, dell’industria e della ricerca, come il Cibus International Food Exhibition, che è diventato negli ultimi venti anni, un riferimento per i professionisti dell’agroalimentare italiani e internazionali.

LA VITE AD ALBERELLO DI PANTELLERIA Nella piccola isola di Pantelleria, la pratica agricola della vite denominata “alberello di Pantelleria”, è diventata patrimonio dell’Umanità, con le sue uve prodotte da questi vigneti unici al mondo e ricavate proprio sull’alberello pantesco. Frutto di un faticoso tipo di coltivazione, le viti ad alberello nascono nello splendido scenario dei terrazzamenti, dei muri a secco, dei giardini arabi e dei dammùsi (cioè le tipiche abitazioni dell’isola) che rappresentano l’identità di Pantelleria.

L’ARTE DEL PIZZAIUOLO NAPOLETANO Per l’Unesco, il know-how culinario legato alla produzione della pizza, che comprende gesti, canzoni, espressioni visuali, gergo locale, capacità di maneggiare l’impasto della pizza, esibirsi e condividere è un indiscutibile patrimonio culturale. I pizzaiuoli e i loro ospiti si impegnano infatti in un rito sociale, il cui bancone e il forno fungono da “palcoscenico” durante il processo di produzione della pizza, la più amata nel mondo.