Expoferroviaria 2017

Carlo Carganico, AD di Italferr, e Mario Virano, Direttore Generale di TELT, si sono confrontati il 3 ottobre durante l’evento Expoferroviaria 2017 nell’ambito della tavola rotonda “l’internazionalizzazione del sistema ferroviario” sul tema, le opportunità e i possibili sviluppi del progetto delle “Vie della Seta” che vede il nostro Paese in una posizione privilegiata per mettere in connessione il Far Est con l’Ovest.

L’AD Carganico si è soffermato sugli elementi caratterizzanti l’iniziativa denominata BRI – Belt and Road Initiative – che utilizzerà la nuova rete di gigantesche infrastrutture che si va costituendo. Si tratta di porti, ferrovie, autostrade, gasdotti e oleodotti su un territorio che coinvolge 3 continenti, 65 Paesi, il 70% della popolazione mondiale, il 75% delle riserve energetiche e il 55% del prodotto lordo globale, e che ne fanno, senza ombra di dubbio e se si sostanziasse nella sua interezza, il più grande progetto strategico infrastrutturale mai realizzato al mondo generando così enormi ricadute in termini commerciali – quasi metà delle importazioni dell’Ue viene dalla Cina che rappresenta anche il suo secondo mercato.

Il Gruppo FS Italiane e Italferr – ha evidenziato Carganico – sono pronti con un piano industriale di sviluppo delle attività all’estero che prevede il quadruplicamento del fatturato internazionale da 1 a 4 miliardi di euro, da realizzare puntando sia sui servizi di trasporto sia sulla costruzione e sulla gestione di reti ferroviarie all’estero. Questi obiettivi, insieme ad una strategia di penetrazione di nuovi mercati e di consolidamento ove già presenti, vedranno proprio Italferr quale soggetto apripista in quei paesi coinvolti nel progetto BRI e ci consentirà di affrontare al meglio le sfide che ci attendono.