Gruppo Astaldi: nuovo contratto ferroviario da 82 milioni di euro in Polonia

Il Gruppo Astaldi si è aggiudicato i lavori di ammodernamento di una tratta della Linea ferroviaria E-59 Varsavia-Poznań (Lotto IV). Il valore delle opere da realizzare è pari a 82 milioni di euro, con Astaldi leader di un raggruppamento di imprese e in quota al 95%.
La commessa prevede la ricostruzione dei sistemi di binari di 35 chilometri della linea esistente, per la tratta dal confine della Regione della Bassa Slesia a Leszno. È inoltre prevista la realizzazione di due stazioni ferroviarie (Rawicz e Bojanowo), l’ammodernamento del sistema di viadotti della linea, nonché la realizzazione di ulteriori due viadotti e di tutte le attività e le opere connesse. I lavori saranno realizzati senza interruzione del traffico ferroviario sulla linea. La durata dei lavori prevista è pari a poco più di 2 anni.
Il Committente dei lavori è PKP (Polskie Linie Kolejowe S.A.), la Società pubblica che gestisce le infrastrutture ferroviarie polacche. Astaldi realizzerà i lavori in raggruppamento di imprese con la Società C.L.F. (5%, Italia). Le opere saranno finanziate da fondi europei e da budget di Stato.
L’aggiudicazione di questo nuovo contratto è in linea con la strategia commerciale del Gruppo, che così come da Piano Strategico 2017-2021, prevede un rafforzamento nel Centro Europa, nei Paesi dove Astaldi può già contare su una presenza storica nelle infrastrutture di trasporto, settore in cui il Gruppo già oggi si posiziona tra i primi 14 Contractor a livello mondiale per fatturato prodotto nel comparto nel mass transit and rail.
La nuova commessa rafforza inoltre la presenza del Gruppo in Polonia, dove oggi Astaldi gestisce un portafoglio di progetti pari a circa 1 miliardo di euro relativi all’estensione della Linea 2 della Metropolitana di Varsavia (la cui tratta centrale tra Rondo Daszynskiego-Dworzec Wilenski è stata completata dalla stessa Astaldi nel 2015), nonché alla realizzazione della Circonvallazione Sud di Varsavia (con circa 2,3 chilometri di galleria artificiale), di un lotto della strada a scorrimento veloce S-7 nei pressi di Cracovia (con circa 2 km di galleria naturale), di 50 chilometri di autostrada (riferiti a due tratte della S-8 e a una della S-5) e dell’Impianto waste-to-energy di Rzeszow (che segue quello di Bydgoszcz-Torun, completato a fine 2015). Di recente, ha acquisito il contratto per l’ammodernamento di circa 68 chilometri della Linea Ferroviaria N-7 per il collegamento tra Varsavia e Dorohusk, attualmente in fase di realizzazione.

Il Gruppo Astaldi è uno dei principali Contractor in Italia e tra i primi 25 a livello europeo nel settore delle costruzioni, in cui opera anche come promotore di iniziative in project financing. Attivo da 90 anni a livello internazionale, si propone al mercato sviluppando iniziative complesse e integrate nel campo della progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture pubbliche e grandi opere di ingegneria civile, prevalentemente nei comparti delle Infrastrutture di Trasporto, degli Impianti di Produzione Energetica, dell’Edilizia civile e Industriale, del Facility Management, Impiantistica e Gestione di Sistemi Complessi. Quotato in Borsa dal 2002, ha chiuso il 2016 con un portafoglio totale di oltre €27 miliardi e un fatturato superiore ai 3 miliardi. Con oltre 11.500 dipendenti è attivo in Italia, Europa (Polonia, Romania, Russia) e Turchia, Africa (Algeria), America del Nord (Canada, USA), America Latina, Middle East (Arabia Saudita) e Far East (Indonesia).