Il vino italiano in mostra in Brasile: a settembre, torna Wine South America, firmato Veronafiere

Il vino italiano alla conquista del mondo, dall’obiettivo Cina e mercati asiatici a quello del Sud America: Veronafiere Do Brasil, la società controllata dal gruppo Veronafiere che fa da avamposto nel mercato del Sud America per vari settori, tra cui quello del vino, proprio all’indomani dello storico accordo commerciale raggiunto tra Unione Europea e i Paesi del Mercosur (Brasile, Argentina, Uruguay e Paraguay), annuncia quattro eventi per consolidare la sua presenza sul mercato, pieno di opportunità, dei Paesi sudamericani.

A partire proprio dal vino e l’enomeccanica, protagonisti della seconda edizione di Wine South America, in scena dal 25 al 27 settembre a Bento Gonçalves, sempre nello Stato di Rio Grande do Sul. L’evento ha l’obiettivo di legare, nel nome del vino, l’America latina con l’Europa: da una parte le esportazioni dei Paesi produttori verso il Mercosur, dall’altra la creazione di joint venture e collaborazioni tra aziende brasiliane e italiane. Il Brasile è infatti il primo importatore di vino tra i Paesi emergenti, per un valore di 325 milioni di euro nel 2017, ma finora la quota italiana, sebbene sia in aumento, è ferma tra il 10 e il 15%.