Italferr si aggiudica un nuovo importante contratto nell’area del Maghreb

Il 27 novembre 2017 Italferr, in qualità di Leader del Raggruppamento costituito con la società tunisina Comete International e la società algerina Medevco, ha ricevuto dall’Unione del Maghreb Arabo (UMA) l’incarico per le prestazioni relative allo “Studio di Fattibilità della riabilitazione ed ammodernamento della linea ferroviaria Trans-Magrebina”.

Il raggruppamento italo/tunisino/algerino è stato selezionato attraverso una gara internazionale, alla quale hanno partecipato le più importanti società di ingegneria attive nella regione maghrebina, confermandosi in grado di coniugare l’esperienza internazionale nello sviluppo di importanti progetti ferroviari, la solida conoscenza del contesto locale e il coinvolgimento di un team di esperti altamente qualificati.

Il progetto, finanziato dalla Banca Africana dello Sviluppo (BAD), prevede la definizione delle azioni da intraprendere per l’ammodernamento completo della linea ferroviaria trans maghrebina tra Casablanca-Algeri-Tunisi e l’individuazione delle misure necessarie per effettuare gli investimenti ferroviari identificati nell’area.

Admir Nocaj, nuovo Direttore Sviluppo Mercato ed Estero di Italferr a tal proposito ha affermato: l’incarico acquisito riveste una importanza strategica rilevante, essendo finalizzato alla creazione di una rete ferroviaria per l’integrazione e gli scambi nell’area magrebina, favorendo così l’interoperabilità tra le diverse infrastrutture e potenziando il collegamento e uniformandone le caratteristiche per l’esercizio, con una attenzione particolare alle problematiche transfrontaliere e agli aspetti socio-economici afferenti l’impatto sulla popolazione interessata.