L’israeliano Amos Genish è il nuovo AD di Telecom Italia

Il consiglio di amministrazione del gruppo telefonico, ha nominato Genish amministratore delegato conferendogli deleghe esecutive. Completano il vertice il presidente esecutivo Arnaud De Puyfontaine a cui spetta tra l’altro, l’identificazione delle linee guida di sviluppo del gruppo, d’intesa con l’a.d, e la supervisione dell’elaborazione e della realizzazione dei piani strategici, industriali e finanziari, e il vicepresidente esecutivo Giuseppe Recchi che conserva le deleghe su sicurezza e Sparkle.

Genish, molto accreditato nel settore delle telecomunicazioni e fortemente voluto dal patron di Vivendi, Vincent Bolloré, ha dichiarato “È un privilegio e un onore essere stato nominato ad di Tim, un’azienda che ha una grande storia e un futuro ambizioso da disegnare. L’obiettivo è trasformare Tim in una vera Digital Telco. Il nostro programma DigiTIM si basa su alcuni principi fondamentali che si concentrano sull’offerta di una customer experience superiore, facendo leva sulla digitalizzazione per migliorare l’interfaccia con i nostri clienti; smart analytics ottenute attraverso big data per personalizzare i nostri prodotti e servizi; e l’aggiunta di video e contenuti multimediali oltre alla nostra connettività che è la best-in-class per garantire un’offerta sempre più convergente, continuando comunque a investire nella nostra copertura ultra-broadband per supportare l’evoluzione della società Gigabit”.

“E’ un grande capo con grande esperienza nelle Telecom”, ha commentato il presidente Puyfontaine, sottolineando l’importante svolta per Tim: “Abbiamo una chiara visione di lungo termine: vogliamo riportare Tim ai fasti che le competono, contribuendo in maniera determinante alla digitalizzazione del Paese”

UN IMPERO COSTRUITO IN BRASILE. Chief convergence officer di Vivendi dallo scorso 4 gennaio, Genish è stato Ceo di Telefônica Brasil dal maggio 2015 al primo giorno del 2017. Uomo di lungo corso della telefonia, il manager è stato co-fondatore e ceo di Global village telecom nel 1999. Gvt è un operatore alternativo brasiliano che Genish nel 2007, come ricorda Bloomberg, ha portato alla Ipo sul Bovespa. Nel 2009, la compagnia è stata venduta a Vivendi per 4,8 miliardi. E nel 2014 dalla francese alla spagnola Telefonica per 9 miliardi. Genish, oggi 57 anni e sposato in seconde nozze con l’avvocato 34enne Heloísa Becker, ha creato un colosso con 18 mila dipendenti, turnover annuale di 2,5 miliardi, con sedi in 156 città del Brasile.