Lombardia prima regione italiana per export aerospaziale

Il 27 per cento dell’export nazionale del settore aerospaziale si genera in Lombardia e il 2017 si è chiuso con un’ulteriore crescita del comparto regionale del 9,4 per cento rispetto al 2016, raggiungendo un fatturato di 1,4 miliardi di Euro. È quanto emerge dallr elaborazioni dell’ufficio studi dell’Unione degli industriali della Provincia di Varese su dati Istat Coeweb che includono l’analisi del mercato degli aeromobili, veicoli spaziali e dei relativi dispositivi.

“Il comparto aeronautico nel panorama dell’industria manifatturiera rappresenta uno degli ambiti maggiormente strategici sia a livello nazionale sia a livello regionale”, ha commentato in una nota il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione, Fabrizio Sala. “Il settore spazio, a sua volta, è una fonte continua di progresso tecnico-scientifico, che investe direttamente ambiti come le telecomunicazioni, la navigazione e l’osservazione terrestre, ma che è decisivo anche per sviluppare nuovi sistemi per affrontare le sfide sociali globali, un settore in cui la Lombardia ricopre un ruolo guida”.

“In termini di innovazione e ricerca – ha aggiunto Sala – il settore aerospaziale svolge un ruolo di traino nell’aprire nuovi percorsi di sviluppo tecnologico. In questo senso anche la cooperazione tra Regioni e Reti europee risulta fondamentale per rafforzare il legame tra ciò che il settore spaziale è in grado di sviluppare e le esigenze dei singoli territori” ha concluso l’assessore, che ricopre anche il ruolo di vicepresidente della Rete Europea dell’Aerospazio NEREUS.