Investire in Italia: quadro normativo ed istituzionale per gli investimenti esteri

“Il Governo italiano, a partire dal vaglio del programma “Destinazione Italia” del 2013, ha incluso l’attrazione degli investimenti esteri fra le proprie priorità, procedendo a una riorganizzazione “sistematica” del settore per creare un ambiente più favorevole per le aziende che guardano all’Italia. L’interesse degli imprenditori per l’Italia è infatti elevato, come ho avuto modo di riscontrare direttamente incontrando molti di loro in Italia e all’estero. Personalmente, ho messo la diplomazia economica al centro del mio mandato alla Farnesina, come testimoniato anche dal percorso a tappe “La Farnesina incontra le imprese”, che mi ha già portato in numerose città italiane. Diplomazia economica vuol dire sostenere l’economia italiana aiutando le nostre imprese a espandersi all’estero e facendo in modo che sempre più imprese straniere investano da noi. L’Italia offre infatti grandi opportunità, essendo il secondo Paese manifatturiero d’Europa e una porta d’accesso ai 500 milioni di consumatori dell’Unione Europea e ai 270 dei Paesi del Mediterraneo del Sud e del Medio Oriente.” Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, in occasione dell’evento “Investire in Italia: quadro normativo ed istituzionale per gli investimenti esteri”, in programma il 13 giugno 2017, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, alla Farnesina.

Primo evento interministeriale sul tema dell’attrazione degli investimenti, è organizzato da Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

L’evento, aperto dal ministro Alfano, costituisce l’occasione per presentate la strategia governativa adottata per un business environment migliore e rendere così più attrattivo il nostro Paese.

Rivolto ad ambasciatori e diplomatici di circa 50 Paesi, ai rappresentanti delle multinazionali operanti in Italia e a studi legali e di consulenza, l’evento conta anche sulla presentazione del “Global Attractiveness Index” di The European House – Ambrosetti, modello analitico multi-dimensionale sull’attrattività del Paese.

In programma interventi di numerosi rappresentanti delle istituzioni che operano nel settore e porteranno la propria testimonianza: Nuovo Pignone – G.E. Oil & Gas, Huawei ed il fondo Americano Ramius, tre importanti imprese straniere che hanno creduto e investito in Italia.