Le eccellenze del Made in Italy premiate in Quirinale

Assegnati i “Premi Leonardo” 2014, prestigiosi riconoscimenti conferiti ogni anno dal Comitato Leonardo per celebrare creatività, innovazione e “saper fare” italiano

di Domenico Calabria

Sono stati conferiti in Quirinale, dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, i Premi Leonardo 2014, alla presenza del Vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, della Presidente del Comitato Leonardo Luisa Todini e del Presidente dall’Agenzia ICE Riccardo Monti. L’iniziativa, giunta alla sua 20ª edizione, è promossa dal Comitato Leonardo, nato nel 1993 dall’idea comune del Sen. Sergio Pininfarina e del Sen. Gianni Agnelli, di Confindustria, dell’ICE e di un gruppo di imprenditori, con l’obiettivo di diffondere e rafforzare l’immagine di eccellenza dell’Italia nel mondo.
“Il Made in Italy riprende a correre, come dimostrano i segnali incoraggianti sull’export di questi primi mesi dell’anno”, ha dichiarato Luisa Todini, che ha poi sottolineato come Expo Milano 2015 rappresenti “una grande occasione per presentare al mondo l’Italia delle eccellenze, non solo nell’alimentare. Il tema di Expo, ‘Feeding the Planet’, non fa riferimento solo al nutrimento alimentare, ma anche a quello culturale ed imprenditoriale: per questo il Comitato Leonardo è in prima linea nel raccontare durante l’Esposizione Universale quanto noi facciamo da sempre”.

I PREMIATI.
Il Premio Leonardo 2014, riservato ad un personaggio che si sia particolarmente distinto nel promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo, è stato conferito quest’anno a Nerio Alessandri, Presidente di Technogym, un imprenditore che ha saputo ideare macchine per il fitness capaci di diffondere a livello mondiale l’antico valore di mens sana in corpore sano.
I Premi Leonardo Qualità Italia 2014, attribuiti ad aziende che nell’ultimo anno hanno primeggiato per qualità e vocazione all’export, sono stati assegnati a 4 eccellenze Made in Italy dei settori automotive, tessile, abbigliamento sportivo e gioielleria: Dainese Spa (Presidente Lino Dainese); Dallara (A.D. Andrea Pontremoli); Damiani (Presidente Guido Grassi Damiani); Rubelli Spa (Presidente Alessandro Favaretto Rubelli).
A Jeffrey R. Immelt, Presidente e AD di General Electric, è stato invece consegnato il Premio Leonardo International 2014, speciale riconoscimento riservato ad un imprenditore straniero che ha contribuito a sviluppare e rafforzare i legami culturali ed economici con l’Italia.
Il Premio Leonardo alla Carriera è stato conferito a Rosita Missoni Jelmini, Presidente onorario di Missoni Spa, tra i rappresentanti dell’eccellenza della moda e del design italiano nel mondo.
Anche quest’anno il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il Premio Leonardo Start Up ad una giovane azienda di successo: Ennova, nata nell’incubatore I3P del Politecnico di Torino, che ha sviluppato un innovativo modello di assistenza remota per il settore delle tlc.
Come ogni anno, la Cerimonia è stata anche l’occasione per consegnare i Premi di Laurea, finanziati da imprenditori soci del Comitato Leonardo. Come ha infatti ricordato la Presidente Todini, “l’obiettivo dei Premi di Laurea è dare loro spazio, premiando le tesi più brillanti e meritevoli che raccontino il meglio dell’Italia di oggi nei vari settori. Dal 1997 abbiamo premiato e sostenuto 140 neolaureati di tutta Italia”.

 

Made in Italy, un’impronta che presenta al mondo la nostra capacità “Il Made in Italy nasce nella moda, nella filiera agro-alimentare, nel design: oggi il suo raggio è molto più esteso e raggiunge molti settori della produzione industriale, dalla meccanica a comparti di alta tecnologia. Il Made in Italy, soprattutto, non è soltanto un prodotto, cui l’origine italiana conferisce un supplemento di competitività. È uno stile, un gusto, un’impronta che presenta al mondo la nostra capacità, la nostra intelligenza, il nostro ambiente, la nostra cultura del lavoro. E il mondo apprezza questo stile italiano”. Con queste parole si è espresso il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla “Giornata della Qualità Italia”, svoltasi al Quirinale. Per il Presidente Mattarella, “siamo di fronte a una sfida che riguarda l’intero Paese e la nostra organizzazione economica e sociale. Dobbiamo legare con nuovi robusti fili l’attività aziendale alla ricerca, il lavoro ai saperi e alle conoscenze, l’idea stessa di competitività allo sviluppo del tessuto sociale. E dobbiamo migliorare la nostra capacità organizzativa e innovativa”. “Il mio auspicio – ha affermato in conclusione il Capo dello Stato – è che dal vostro lavoro, e da quello convergente di tutte le istituzioni, provengano idee, spinte, risorse per aiutare l’Italia a imboccare una nuova strada di progresso. Il traguardo è alla nostra portata – dobbiamo esserne consapevoli con fiducia – se uniremo qualità, cultura, innovazione e un ammodernamento della macchina dello Stato”.


Made in Italy Excellence Awarded at the Quirinale

The prize-giving was held for the 2014 ‘Leonardo Awards,’ the prestigious awards conferred each year by the Leonardo Committee to celebrate Italian creativity, innovation and ‘know how’

The 2014 Leonardo Awards were presented in the Quirinale by President Sergio Mattarella, in the presence of Deputy Minister of Economic Development Carlo Calenda, President of the Leonardo Committee Luisa Todini and President of the ICE Riccardo Monti. The initiative, now in its 20th edition, is promoted by the Leonardo Committee, established in 1993 from a joint idea by Sen. Sergio Pininfarina and Sen. Gianni Agnelli, Confindustria, ICE and a group of entrepreneurs, with the aim of spreading and reinforcing the image of Italy’s excellence in the world. “Made in Italy products are back on track, as evidenced by encouraging signs on exports in these first months of the year,” said Luisa Todini, who then stressed that Expo Milano 2015 represents “a great opportunity to present Italian excellence to the world, and not only in terms of food. The theme of Expo, ‘Feeding the Planet’, does not only refer to food, but also to culture and business: that’s why the Leonardo Committee is at the forefront during the World Exposition, revealing what we have always done.”

THE AWARD-WINNERS.
The 2014 Leonardo Award, reserved for a person who has particularly distinguished themselves in promoting the image of Italy in the world, was awarded to Nerio Alessandri, President of Technogym, an entrepreneur who designed fitness machines able to disseminate the ancient value of ‘mens sana in corpore sano’ worldwide. The 2014 Leonardo Italian Quality Awards, attributed to companies that been recognised for quality and vocation in terms of export in the past year, were awarded to four examples of Made in Italy excellence in the automotive, textiles, sports apparel and jewellery industries: Dainese Spa (President: Lino Dainese); Dallara (C.E.O. Andrea Pontremoli); Damiani (President: Guido Grassi Damiani); Rubelli Spa (President: Alessandro Favaretto Rubelli). Jeffrey R. Immelt, Chairman and C.E.O. of General Electric, was given the 2014 Leonardo International Award, special recognition reserved for a foreign entrepreneur who has helped develop and strengthen cultural and economic ties with Italy. The Leonardo Award for Lifetime achievement was presented to Rosita Missoni Jelmini, Honorary President of Missoni Spa, as a representative of the excellence of Italian fashion and design in the world. This year, the Leonardo Committee, in collaboration with the MISE and the ICE Agency, awarded the Leonardo Start-up Award to a successful young company: Ennova, created through the I3P incubator at the Politecnico di Torino, which developed an innovative remote assistance model for the telecommunications sector. Like every year, the ceremony also served as an opportunity to present the Degree Prizes financed by the entrepreneurial partners of the Leonardo Committee. As President Todini recalled, “the aim of the Degree Prizes is to give them space, awarding the most brilliant and deserving dissertations that reveal the best of Italy today in its various sectors. Since 1997 we have awarded and supported 140 recent graduates from throughout Italy.”

 

Made in Italy, a mark that presents our skill to the world “The concept of Made in Italy was first established in fashion, in the agri-food chain and in design: today its radius is much larger and reaches many areas of industrial production, from mechanics to high technology. Made in Italy, above all, is not just a product given an additional competitive edge by its Italian origin. It is a style, a taste, a mark that shows the world our capability, our intelligence, our environment and our work culture. And the world appreciates this Italian style.” These words were expressed by President of the Republic, Sergio Mattarella, speaking at the ‘Day of Italian Quality’ held at the Quirinale. According to President Mattarella, “we are faced with a challenge that affects the whole country and our economic and social organisation. We need to use new robust threads to connect business activities with research, work with knowledge and skill, the idea of competitiveness with the development of the social fabric. And we must improve our organisational and innovative skills.” “My hope,” concluded the head of state “is that your work, and the converging of all institutions, brings forth ideas, drive and resources to help Italy to take a new path towards progress. The goal is within our reach – we must be aware of it with confidence – if we combine quality, culture, innovation and modernisation with the machinery of the state.”