L’Edizione n.57 del Salone di Genova

A due settimane dall’apertura delle iscrizioni per l’edizione 2017 del Salone Nautico l’82% degli espositori del 2016 ha confermato la presenza e il 51% ha chiesto più spazi sia a terra che in acqua. Lo ha annunciato la presidente di Ucina Confindustria Nautica Carla Demaria. “Saremo costretti a rivedere il lay out perché avremo bisogno di più spazi sia in acqua che a terra. Ci riapproprieremo di aree che negli ultimi anni non avevamo più utilizzato” ha affermato. Lo annunciano gli imprenditori della nautica da diporto italiana, riuniti a Roma presso la Pinacoteca del Tesoriere di Palazzo Patrizi, per l’assemblea generale dei soci di Ucina, Confindustria Nautica. Si tratta di una decisione «che conferma la soddisfazione degli operatori del settore nei confronti della manifestazione riconosciuta quale asset strategico per presentare al mercato internazionale i propri prodotti e per consolidare e promuovere l’immagine delle proprie aziende», si legge nella nota diffusa da Ucina. Per l’anno nautico 2015-2016 è confermato il trend di crescita del settore «con un aumento del 13% del fatturato globale e un trend stabile per la chiusura del 2016». Questi i risultati dell’indagine realizzata dall’ufficio studi di Ucina, Confindustria Nautica, e presentata in occasione dell’apertura dell’assemblea pubblica che si è svolta sul tema “La Nautica riparte. Ripartiamo con la Nautica”.

PER GLI ESPOSITORI
“Il salone di Genova – ha sottolineato la presidente di Ucina Confindustria Nautica Carla Demaria – rimane un potente strumento nelle mani delle nostre aziende. E’ il più frequentato del Mediterraneo (127 mila visitatori nella edizione scorsa). E’ il salone della filiera, l’offerta è merceologicamente la più completa. L’obiettivo ora è di aumentare gli ormeggi da 50 a 80 nella nuova darsena per le barche sopra i 15 metri. A terra si disporrà di 2.500 metri quadri sotto la tensostruttura (spostanto gli stand di Eataly) e 1.500 metri quadri sulle aree aperte, in totale 400 metri quadrati”.
Tra le principali novità della prossima edizione della kermesse, una “piazza sul mare” nell’area della Fiera ideata e firmata dall’architetto genovese Renzo Piano. Per realizzarla sono previsti tre interventi: il recupero di un giardino mediterraneo, riqualificando un terreno incolto alla foce del torrente Bisagno, un’istallazione multisensoriale di 100 alberi di barche a vela e un’opera d’arte collettiva, recuperando il vecchio “Redwall”.

Al termine dell’incontro di presentazione del prossimo Salone, è arrivata la notizia della morte di Carlo Riva, pioniere della nautica, genio, costruttore di barche-icona. Un lungo applauso, commozione e la decisione del presidente di Ucina di dedicargli l’edizione 2017.