Petrobras prevede di investire R$ 35 miliardi in 13 nuove piattaforme

La compagnia petrolifera statale brasiliana Petrobras ha reso noto che prevede di mettere in operazione 13 piattaforme petrolifere nei giacimenti marini ultraprofondi del pré-sal entro il 2022, con investimenti stimati in 35 miliardi di reais (circa 7 miliardi di euro). Secondo la compagnia petrolifera, dieci anni dopo l’inizio delle operazioni nel pré-sal, la produzione nell’area raggiunge i 1,5 milioni di barili al giorno di petrolio, con 21 piattaforme petrolifere attualmente in funzione. In un decennio la produzione petrolifera nel pré-sal ha generato 40 miliardi di reais in partecipazioni governative, come pagamenti speciali e royalties. E la previsione del piano industriale della compagnia petrolifera statale per il periodo che va dal 2018 al 2022 è quella di generare altri 130 miliardi di reais in gettito fiscale grazie alla produzione di questi giacimenti. In una nota, Petrobras ha reso noto che i 36 pozzi più produttivi del Brasile si trovano nei giacimenti del pré-sal. La produzione media per pozzo è stata di 27 mila barili al giorno. Nel giacimento petrolifero di Sapinhoá, un singolo pozzo ha raggiunto il record di produzione di 42 mila barili al giorno. La compagnia petrolifera statale brasiliana ha anche osservato che con l’alta produttività registrata nei pozzi del pré-sal, il costo medio di estrazione è inferiore a 7 dollari per barile di petrolio equivalente (boe). (ICE SAN PAOLO)