Collaborazione agroalimentare Italia – India

Rafforzare il dialogo e le attività di collaborazione nel settore agricolo tra Italia e India; potenziare la presenza dell’agroalimentare italiano sul mercato indiano, riequilibrando la bilancia commerciale; ampliare le possibilità di cooperazione nel settore dei macchinari agricoli e della conservazione e trasformazione agroalimentare, dove l’Italia è leader mondiale; potenziare lo scambio delle best practices in materia di ricerca agricola e di sviluppo rurale.
Sono stati questi i temi al centro dell’incontro stamane tra la Ministra delle Politiche Agricole Teresa Bellanova e il Ministro dell’Agricoltura indiana Narendra Singh Tomar, a latere dell’Ottava Sessione dell’Organo direttivo del Trattato internazionale sulle risorse genetiche per l’alimentazione e l’agricoltura della FAO.
“L’Italia”, ha sottolineato la Ministra Bellanova nel corso del colloquio, “può offrire prodotti di qualità di grande interesse per il mercato indiano, come vino, olio di oliva, formaggi, giusto per citare alcuni dei prodotti più rappresentativi del Made in Italy agroalimentare. E di sicuro può, anche rispondendo alle vostre sollecitazioni ribadite stamane, potenziare lo scambio delle best practices nel campo della ricerca, del trasferimento di tecnologie e servizi per quanto riguarda il settore dei macchinari agricoli e della trasformazione agroalimentare, anche grazie alla grande capacità di adattamento delle nostre imprese ai diversi fabbisogni”.
Nel corso dell’incontro si è fatto inoltre riferimento al Protocollo di collaborazione in campo agricolo e fitosanitario, sottoscritto nel dicembre 2017 a Nuova Delhi, grazie al quale sono state individuate alcune tematiche di reciproco interesse rispetto alle quali le Istituzioni dei due Paesi possono lavorare nell’intento di favorire un sempre maggiore coinvolgimento delle imprese e delle associazioni di categoria.
A conclusione, il Ministro Singh ha invitato la Ministra Bellanova a recarsi in visita in India nei prossimi mesi. Invito che la Ministra ha subito accolto con grande interesse e disponibilità.