Imprese: una su tre fiduciosa per gli affari nel 2016

èItalia 112 – Unioncamere

Si apre all’insegna della fiducia il 2016 per le imprese italiane, una su tre è pronta infatti a scommettere per quest’anno su un aumento del proprio giro d’affari. E per questo l’”asso” nella manica sarà ancora una volta l’innovazione. A misurare il sentiment del tessuto imprenditoriale è l’analisi di Unioncamere nell’ambito di Eurochambres Economic Survey 2016, l’indagine realizzata ogni anno dai sistemi camerali europei. Numeri alla mano per l’anno in corso il 29% degli interpellati prevede un incremento del business, mentre solo il 6% ne attende una diminuzione. La differenza positiva di +23 punti percentuali tra questi due valori è ben superiore alla media UE (+19) e marcatamente migliorativa rispetto ai nostri cugini tedeschi (+9). Le aspettative di crescita saranno anche nel 2016 legate alle vendite estere che per il 30% degli imprenditori aumenteranno, a  fronte di un 12% che ne ipotizza una diminuzione (+18,2 il saldo tra le due dinamiche). Più caute, invece, le attese sul mercato interno, sebbene migliorative rispetto al 2015. Clima nettamente favorevole per gli investimenti che, anche per quest’anno, le imprese rivedono in aumento, facendo segnare un saldo positivo tra attese di crescita e diminuzione superiore di 14,5 punti percentuali a quello dei Paesi europei aderenti ad Eurochambres.


 

One in three businesses is confident about 2016

2016 has got off to a confident start for Italian businesses, with one in three looking forwards to increasing turnover this year. Once again, the key to growth will be innovation. The figures were taken from the 2016 Eurochambres Economic Survey, conducted by European chambers of commerce each year and performed by Unioncamere in Italy. Taking a closer look at the numbers, 29% of those interviewed were forecasting business growth, while only 6% were expecting a fall. The 23 p.p. difference between these two groups was far higher than the EU average (19%) and significantly better than our German cousins (9%). Growth perspectives in 2016 were once again tied to export sales, which 30% of business owners expect to rise, against 12% who think they could fall (with a variation of 18.2% between the two). Forecasts for the domestic market were more cautious, although better than in 2015. Investment confidence was also high, with businesses forecasting a rise once again this year, recording a variation between positive and negative forecasts that was 14.5% higher than the Eurochambres average.