The Extraordinary Italian Taste

èItalia 113 – Dalla Farnesina

Protocollo di intesa tra Maeci, Mipaaf e Miur per la Valorizzazione all’Estero della Cucina Italiana di Qualità

E’ stato presentato in Farnesina il Protocollo d’Intesa per la Valorizzazione all’Estero della Cucina Italiana di Alta Qualità, sottoscritto dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni, dal Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, e dal Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini. All’evento hanno partecipato anche gli Ambasciatori dei Paesi G20, Istituzioni ed Enti della cultura e dell’economia, nonché alcuni degli chef più apprezzati del panorama italiano e internazionale.
“La Farnesina coordinerà la promozione dell’alta cucina e dei prodotti enogastronomici di qualità italiani nel mondo per mezzo della nostra capillare rete diplomatica, consolare e culturale” ha dichiarato il Ministro Paolo Gentiloni nel suo intervento. “La cucina italiana ed i nostri prodotti alimentari di alta gamma sono parte integrante della nostra cultura e parlano dell’Italia e del nostro gusto a milioni di consumatori nel mondo.
“L’iniziativa è anche per questo una ideale prosecuzione delle tematiche di Expo Milano 2015, che svilupperemo nei prossimi anni insieme a MIPAAF, MIUR, Agenzia ICE, Unioncamere e Assocamerestero, avvalendoci del prezioso sostegno dei migliori Chef d’Italia. A tale fine, collaboreremo con il CONI per utilizzare anche il palcoscenico dei grandi eventi sportivi internazionali, a cominciare dalle Olimpiadi di Rio 2016” ha aggiunto il Ministro.
“Promuovere il vero Made in Italy agroalimentare all’estero, anche attraverso la collaborazione di chef di fama, significa rafforzare la nostra presenza sui mercati stranieri e conquistarne anche di nuovi. Un’azione di ampio respiro, che si inserisce nel piano di internazionalizzazione del Governo che crede e investe sempre di più in un settore cruciale per l’economia del nostro Paese” ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina. “Lo scorso anno, grazie anche ad Expo Milano 2015, l’export agroalimentare italiano ha sfiorato i 37 miliardi di euro. Un risultato straordinario che conferma che l’obiettivo dei 50 miliardi entro il 2020 è assolutamente alla nostra portata. Per raggiungerlo però dobbiamo continuare ad essere una squadra.”
L’iniziativa che lanciamo oggi rafforza la strategia Paese del dopo Expo. Non vogliamo semplicemente esportare la cucina italiana o un segmento della nostra cultura: stiamo attivando un vero e proprio processo di internazionalizzazione del gusto. Lo faremo a partire da Paesi strategici come gli Stati Uniti, la Cina, la Russia, gli Emirati – ha sottolineato il Ministro Stefania Giannini nel video messaggio proiettato durante l’evento, annunciando l’impegno del MIUR a finanziare con 1 milione di euro per 50 borse di studio, per giovani under 30.
Tra le principali azioni previste l’organizzazione della  Settimana della Cucina italiana organizzata da Ambasciate, Consolati e Istituti italiani di Cultura nell’ultima decade di novembre; master class dirette a chef stranieri per diffondere i valori della Dieta Mediterranea e promuovere la conoscenza delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole italiane; il conferimento di borse di studio per chef italiani under 30; l’organizzazione di giornate italiane dedicate alla cucina di qualità promosse dal CONI in occasione di eventi sportivi internazionali, a partire dai Giochi Olimpici di Rio 2016.
Nel biennio 2016-2017 le azioni promozionali riguarderanno Stati Uniti, Giappone, Repubblica Popolare Cinese, Federazione Russa, Emirati Arabi Uniti e Brasile.

 

Alcuni dati

  • L’Italia è il primo Paese in Europa per numero di prodotti di qualità certificata (280 alimenti e 523 vini)
  • Primi produttori al mondo di vino con 48,9 milioni di ettolitri nel 2015
  • Secondo Paese al mondo per numero di ristoranti stellati (334)
  • L’export agroalimentare italiano nel 2015 ha registrato il record di 36,8 miliardi di euro, il 7,4% in più rispetto al 2014. Obiettivo: 50 miliardi entro il 2020
  • Il piano di internazionalizzazione del Governo prevede 70 milioni di euro solo per il settore agroalimentare
  • Il Ministero delle politiche agricole è l’unico al mondo ad avere accordi con eBay e Alibaba per rimuovere i falsi prodotti Dop e Igp italiani dagli scaffali virtuali

 

The Extraordinary Italian Taste

The Memorandum of Understanding has been presented at Palazzo della Farnesina (headquarters of the Italian Ministry of Foreign Affairs) for highlighting the Value of Italian High Quality Cuisine Abroad, signed by the Minister of Foreign Affairs and International Cooperation, Paolo Gentiloni, by the Minister of Agricultural, Food and Forestry Policies, Maurizio Martina, and by the Minister of Education, Universities and Research, Stefania Giannini. The event was attended by the Ambassadors of the G20 Member Countries, representatives of cultural and economic Institutions and agencies as well as by some of the world’s most prized Italian and international chefs. Minister Paolo Gentiloni said in his speech:
“The Foreign Ministry will coordinate the promotion of Italian haute cuisine and gourmet products in the world through our extensive network of diplomats, consuls and institutions representing Italian culture. Italian cuisine and its high-end food products are an integral part of our culture that can speak of Italy to millions of consumers worldwide. The initiative, which follows up on the experience acquired at Expo Milano 2015, is set to be further developed in the coming years with the invaluable support of some of the most prized Italian chefs in partnership with the Ministry of Agricultural, Food and Forestry Policy, the Ministry of Education, Universities and Research, The Italian Trade Agency ICE and the associations of chambers of commerce Unioncamere and Assocamerestero. Furthermore, a special cooperation is to be established with CONI (the Italian National Olympic Committee) to exploit major international sporting events, starting with the Olympic Games in Rio 2016, as a showcase for Italian food”.
“The promotion of genuine Made in Italy agro-food abroad, also through the collaboration of renowned chefs, calls for a stronger presence in existing markets and for the expansion in new ones. Such a wide-ranging strategy is part of an internationalization plan of the government aimed at stepping up investments in a sector that is crucial for the Italian economy,” said Minister Maurizio Martina. “Thanks to Expo Milano 2015, the Italian agri-food exports of the past year have reached almost 37 billion euro, an extraordinary result that confirms that the goal of 50 billion by 2020 is absolutely within our reach. To reach that objective, however, we must continue to work as a team.”
“The initiative we are launching today follows up on the experience acquired at Expo Milano 2015. Our objective is not merely to export Italian food and culture abroad, but to launch a full fledged process aimed at bringing our food and culture to the forefront in the international arena. To this end we will start from those countries that we consider strategic, such as the U.S., China, Russia, and United Arab Emirates,” said Minister Stefania Giannini in a video message. She also announced the Ministry’s commitment to finance 50 scholarships for young chefs for a total of 1 million euro.
Among the main actions envisaged are: a Week of Italian cuisine organized by Embassies, Consulates and Italian Cultural Institutes, set to take place at the end of November; awareness building master classes for foreign chefs on the Mediterranean Diet and high quality Italian food and wine; scholarships for young Italian chefs; special days devoted to Italian quality cuisine promoted by CONI at international sporting events, starting with the 2016 Olympic Games in Rio.
As of the 2016-2017 these activities will involve the following countries: United States, Japan, Peoples Republic of China, Russian Federation, United Arab Emirates and Brazil.

 

Some data

  • Italy ranks first among countries in Europe by the number of quality certified products (280 Foods and 523 Wines)
  • Italy is at the top of world producers of wine with 48.9 million hectoliters in 2015
  • Italy places second in the world for the number of starred restaurants (334)
  • The Italian agri-food exports in 2015 have reached a record of 36.8 billion euro, +7.4% more than in 2014. Objective: 50 billion by 2020.
  • The internationalisation plan of the Government is to supply 70 million euro, which will be funneled entirely into agri-business
  • The Italian Ministry of Agriculture is the only one in the world that has managed to sign agreements with eBay and Alibaba to remove counterfeit Italian PDO and PGI products from their virtual shelves.