Forum Italo Cinese della macchina utensile

Si è tenuto venerdì 29 novembre, presso l’Auditorium dell’Ambasciata d’Italia a Pechino, la seconda edizione del Forum Bilaterale Sino Italiano sulla Macchina Utensile. A distanza di due anni esatti dalla prima edizione, si rinnova dunque l’appuntamento pensato per favorire e stimolare il dialogo tra i sistemi industriali dei due paesi.

Il titolo di questa edizione è “Italy meets China: High Manufacturing”, a ricordare la stretta connessione dei contenuti trattati dal Forum con il piano di sviluppo industriale definito dell’Amministrazione Cinese. 

Promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, il Forum Bilaterale Sino-Italiano sulla Macchina Utensile è stato organizzato da ICE-Agenzia e UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con il Ministero Affari Esteri e con l’Ambasciata d’Italia a Pechino, e grazie alla partnership con CMTBA, China Machine Tools & Tools Builders’ Association e sotto gli auspici della CMIF – China Machinery Industry Federation.

L’incontro – cui si sono accreditati più di 100 ospiti tra qualificati operatori del settore e rappresentanti del mondo delle istituzioni e del mondo dei media – è stato aperto da personalità di spicco dei due paesi e presieduto da Massimo Carboniero, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE.

Dopo gli interventi introduttivi, utili a inquadrare il contesto, si è svolta la tavola rotonda che ha visto la partecipazione di undici aziende italiane, associate a UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, chiamate a rappresentare i punti di forza del Made in Italy di settore, attraverso l’illustrazione di best practises e speciali applicazioni nei settori automotive, aeronautico, energia, ferroviario, elettrodomestici, meccanica: BLM, CARLO SALVI, MANDELLI SISTEMI, OMERA, PAMA, PARPAS, PIETRO CARNAGHI, PROMAU, RETTIFICATRICI GHIRINGHELLI, RIELLO SISTEMI, SAPORITI.