Turisti cinesi pazzi per il Made in Italy

I cinesi amano l’Italia e l’Italia ama i cinesi. O almeno dovrebbe farlo. Se non altro per la mole di denaro che i turisti del Paese più popoloso del mondo portano ogni anno in Italia.

Nei primi 8 mesi del 2017 infatti i viaggiatori cinesi che hanno visitato il Belpaese hanno speso mediamente 1.052 euro a testa, in Europa meglio di noi ha fatto solo la Francia con una spesa media di 1.686 euro.

Mentre molto meno spendaccioni sono stati i cinesi che hanno visitato Spagna (661 euro) e Gran Bretagna (399 euro).

Effettivamente molti cittadini arrivano in Italia attratti non solo dalle inconfutabili bellezze italiane ma anche dai prodotti Made in Italy, soprattutto grazie al richiamo del shopping tax free, che anche in Italia sta facendo registrare ottimi risultati.

Lo shopping tax free consiste essenzialmente in un’agevolazione che riguarda gli acquisti effettuati da turisti extra Ue, esentati dal pagamento dell’Iva o di altre tasse locali e rappresenta un’importante misura di stimolo del commercio internazionale, volta ad attirare consumatori e favorire il turismo.

Fra le mete più gettonate fra i turisti cinesi in testa Milano, Roma e Firenze e proprio nella capitale si è registrata la più alta percentuale di crescita di acquisti senza Iva (+48%).

Fra i prodotti maggiormente acquistati invece spiccano borse e valigie in pelle seguite da gioielli, orologi e capi di abbigliamento.